Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rampe sull'A12, Comitato 'Due fiumi':"Unica soluzione possibile per la viabilità della piana di Ceparana"

parlano i cittadini

Cinque Terre - Val di Vara - Da giugno ad oggi non è successo niente di nuovo: i ritardi accumulati nelle decisioni vanno a gravare sulle 900 aziende presenti nella piana di Ceparana, ad oggi impossibilitate a programmare la propria attività sia nel ricevere gli approvvigionamenti necessari, sia nel consegnare i propri prodotti, e sui circa 40.000 cittadini coinvolti, impossibilitati a spostarsi, a vario titolo, senza condizionamenti. Tra questi si devono considerare gli studenti di tale comprensorio che frequentano gli Istituti Secondari di secondo grado, le cui sedi si trovano a La Spezia e Sarzana". Così il Comitato Viabilità “Due fiumi” che si è battuto fin dall'inizio per ottenere risposte convincenti sul futuro della viabilità in quella porzione di provincia, a pochi chilometri dall'ormai caduto ponte di Albiano: "In questi mesi abbiamo letto di proclami, riunioni, dichiarazioni, ma alla fine non si è visto nulla di concreto. Al momento l’unica possibilità di eliminare o, meglio, mitigare l’attuale emergenza viabilità della Piana di Ceparana è rappresentata dalla costruzione delle rampe sull’A12. Tale opera non necessita della costruzione di un casello per l’ingresso in autostrada ed il suo costo rientra nel finanziamento del primo lotto della Bretella Ceparana-Santo Stefano di Magra, già inserita nel contesto della futura viabilità della Bassa Val di Vara".

"L’unica concreta novità - continua la nota degli attivisti - è rappresentata dalla nomina, seppur tardiva, di Monica Paganini in qualità di sub commissario, il cui compito è quello di trovare soluzioni alla viabilità del territorio ligure coinvolto nel crollo del ponte di Albiano Magra. Rimaniamo in attesa di un segno tangibile dell’attività svolta da Paganini con la speranza che i “distratti decisori” conferiscano al sub commissario le giuste deleghe ed i relativi poteri per derogare al farraginoso percorso previsto dagli appalti pubblici in modo da far partire rapidamente l’appalto per la
realizzazione delle rampe sull’A12. Non vorremmo che il sub commissario diventi il capro espiatorio di una situazione che si va sempre più incancrenendo anche per “l’assenza” decisionale della Ministro del MIT che ha sistematicamente ignorato gli appelli dei sindaci dei Comuni del territorio interessato che, pur essendo espressioni di matrice politica diversa, hanno condiviso la necessità di costruire al più presto le rampe sull’A12, In conclusione ribadiamo che la cittadinanza non può più attendere e vorremmo capire se il D.D.L. “Semplificazioni” , diventato Legge dello Stato con la firma del Presidente Mattarella sia, così come recentemente dichiarato dall’on. Raffaella Paita, presidente della Commissione Trasporti della Camera, in grado di eliminare i lacci e lacciuoli che “ingessano” gli appalti
pubblici con il previsto conferimento di più ampi poteri ai commissari".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News