Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 18 Aprile - ore 16.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'oratorio di San Nicola pronto allo step successivo con il sostegno del Fai

I sostenitori: "Con i 3004 voti ottenuti abbiamo raggiunto un punto importante. Chidiamo all'amministrazione di venire a visitarlo".

a fezzano
L'oratorio di San Nicola pronto allo step successivo con il sostegno del Fai

Golfo dei Poeti - "Chiediamo al consiglio comunale di visitare l'oratorio di San Nicola a Fezzano" un appello dei sostenitori per il recupero del luogo sacro che nella campagna lanciata dal Fai, nel 2018, ha ottenuto 3.004 firme. "La raccolta di firme per salvare l’Oratorio di San Nicola ha portato un ottimo risultato - spiegano i sostenitori - . E' molto importante per un paese di solo 700 persone che permette di accedere ai progetti di secondo livello".

Con questa consistente manciata di voti l'oratorio potrà dunque compiere uno step successivo. "Il progetto concreto - affermano i sostenitori - è cercare di sistemare il tetto per garantire all’edificio la stabilità e togliere pericoli. L’oratorio di San Nicola è la più antica testimonianza di Fezzano, un gioiello che merita cura e amore da parte dei cittadini e degli amanti dell’arte e della bellezza. In proposito, l’edificio fu visitato da Vittorio Sgarbi. Un’attenzione da parte del critico d’arte molto apprezzata da parte degli abitanti di Fezzano e tutti coloro per i quali l’arte è testimonianza di un grande valore morale ed etico, momento di unione spirituale e simbolo di pace. Una ricchezza di cui alcuni pare siano privi".

"Ringraziamo - concludono- Antonio e Francesco Sparaco, Gino de Luca, Anna e Mirko della Bottega di Fezzano, Giusy, Samantha e Consuelo della Cooperativa di Fezzano, Pasquale Settanni, Stefano Paglini, Daniele Bertone, Ennio Manco, Paolo Talco, Maurizio Piscopo, Antonio Teriaca, e il comitato dell'Abbazia di Lamoli nella persona di Nadia Favretto e Adriana Gabellini che tanto si sono impegnati per raccogliere le firme".

Un po' di storia, dalle pagine del Fai. "Eretto, pare, nel 1543 per volontà del Capitano Nicolino Porretta e della moglie Bianchetta, l'edificio si trova nelle immediate vicinanze dell'allora palazzo Porretta, in quella che oggi si chiama via D'Imporzano. Nell'interno ha un altare con mensa in marmo bianco di Carrara sormontato da un ciborio anch'esso in marmo bianco. Sopra l'altare una pala raffigurante la Madonna del Rosario. L'edificio è attualmente in pessimo stato di conservazione, ha soprattutto gravi problemi al tetto. Sulla facciata dell'edificio si aprono due piccole finestre quadrate.La porta centrale ha una larghezza di cm. 107x cm 231 di altezza, con stipiti formati da blocchi di pietra. Al di sopra della porta d'ingresso è presente una grande nicchia. La facciata termina a timpano rispetto alla copertura a capanna dell'edificio divisa in due parti corrispondenti all'aula principale e a quella absidale. L'interno dell'edificio è costituito da 2 aule: la prima adatta ad accogliere i fedeli, mentre l'altra con funzione absidale è divisa da un gradino in ardesia. La prima aula è coperta da una volta a botte a sesto ribassato. L'altare è rialzato rispetto al pavimento absidale. Il pavimento è composto da piastrelle in ardesia ottagonali con tozzetti di marmo bianco.. A livello architettonico mostra un'impostazione tipica degli edifici sacri devozionali toscani cinque-seicenteschi.Molto interessanti le incisioni sull'ardesia che conduce all'altare. Particolarmente importante la campana. Sulla chiesa di San Nicola di Fezzano si segnalano gli studi di Gianfranco Berghich, Valentina Cadenotti, Vinicio Ceccarini, Veronica Diegoli, Piero Donati, Sara Lenzoni, Miriam Pescetto, Igor Pilla, Eliana Vecchi. Sull'Oratorio di S.Nicola è stato organizzato con le scuole un esperimento di progettazione partecipata, Vedi "Per il recupero dell'oratorio di S. Nicola di Fezzano", 2011 ed. Giacchè G. Berghich. Recentemente l'edificio è stato visitato da visitato Sgarbi. Il progetto venne organizzato da don Giuliano Canossa, parroco di Fezzano e Vinicio Ceccarini. L'impegno a salvare l'Oratorio inizia nel 2010 con interventi di pulizia di Alessio Mugnaini e Cristian Verdemare e progetti realizzati dalla restauratrice Paola Orsolon".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News