Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Giugno - ore 22.46

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ratti replica al sindaco: "Sua querela è attacco violento e sproporzionato"

Golfo dei Poeti - "Sono sinceramente stupito per le dichiarazioni del Sindaco nei miei confronti, per l'attacco sproporzionato, ed effettivamente senza ragione. Dispiace non si possa ragionare in altro modo". Bernardo Ratti, presidente della Marittima e del Comitato di frazione di Lerici, replica al sindaco Leonardo Paoletti il quale, nelle scorse ore, ha dichiarato di volerlo querelare (vedi QUI) per aver definito "operazione affaristica" la risistemazione della rada che contempla i pontili.
"Per fortuna la gente mi conosce e sa chi sono. Da 20 anni sono attivo, supportato dalla maggioranza dei Lericini, e da persone di alto valore morale e tecnico (ricordo in primis il C.te Goi Colotto, Vice presidente della Marittima) per ostacolare un progetto che sarà dirompente per Lerici, con impatti a livello ambientale, sociale, tecnico, di sicurezza, come si è spiegato, smontandolo in tutte le sue parti, in un recente assemblea seria e ben articolata, senza accuse ad alcuno", continua Ratti.

"La querela? Sono stupito e non capisco - prosegue Ratti - Su cosa poi? Dove , il Sindaco, avrebbe letto o sentito dire che io avrei messo in dubbio la sua onestà? Mai detto. Né tantomeno denigrato o insultato. Ripeto, un attacco così violento, suo e di tanti suoi assessori, nei miei confronti è sproporzionato, inutile. Ci siamo resi disponibili più volte ad un confronto su rada e pontili , che rinnovo, perché il bene del territorio è più importante di queste beghe.
Sono convinto che il progetto pontili, se andrà avanti, porterà a cambiare l'uso della rada da "nautica sociale" a "porticciolo turistico", un fine che non condivido perché finalizzato a fini diversi dal sociale e continuo a pensare che per un'operazione del genere vada ascoltata la popolazione. Non vedo cosa ci sia di lesivo in questo pensiero. Ripeto, ribadisco la mia disponibilità ad un confronto con il Sindaco , peraltro sempre invitato ad ogni iniziativa.
Io sono per lo scambio di idee democratico, sono un cittadino e penso che, in quanto tale, possa esprimere il mio pensiero, in maniera autorevole, rispettosa, e civile. Querelare chi la pensa diversamente non è una bella cosa e rischia di inibire chi, magari più timoroso, vorrebbe esprimere la propria opinione.
Non penso sia la strada in un paese civile, oltretutto dove ci si conosce tutti, e ciò che più mi dispiace di questi ultimi quattro anni, è il dividere i cittadini in buoni e cattivi. Sono convinto che ci voglia senso civico da parte di tutti e uno scambio di idee più sereno.
Lerici è sempre stata ricca per l'impegno dei suoi cittadini nell' associazionismo , per l'impegno civile. Mi sfugge questa violenza verbale, non comprendo questa acredine, non capisco il perché screditare cittadini, esperti di mare, tecnici, una parte numericamente importante del paese, peraltro disponibile al confronto, a che pro? Oltretutto la raccolta firme per chiedere di bloccare il progetto sta proseguendo, a dimostrazione che buona parte della cittadinanza è quantomeno dubbiosa. Sono convinto che il Sindaco voglia a sua volta ascoltare i propri concittadini".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































La Piazza Sospesa sorgerà tra Via Diaz e il lungomare: vi piace il progetto?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News