Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Novembre - ore 16.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Loredana Vergassola premiata per il suo "Esposto"

Premio speciale storico della giuria all'autrice spezzina che racconta una storia storia di infanzia abbandonata tra Toscana e Liguria nell’800

Edizioni Cinque Terre
Loredana Vergassola premiata per il suo "Esposto"

Golfo dei Poeti - Nella suggestiva cornice marinara delle Grazie, presso il Convento degli Olivetani, si è tenuta la premiazione dei partecipanti alla VII Edizione del Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa “Le Grazie Porto Venere la Baia dell’Arte”. Il premio speciale storico della Giuria nella Sezione Narrativa Edita è stato conferito alla spezzina Loredana Vergassola per il volume “Esposto – Storia di infanzia abbandonata tra Toscana e Liguria nell’800”, pubblicato da Edizioni 5Terre. Almeno fino ai primi anni del ‘900 erano chiamati “esposti” i bambini lasciati negli istituti di carità
alla nascita: un fenomeno che, nei decenni successivi all’Unità d’Italia (1861), si calcola abbia riguardato circa 30/40.000 nuovi nati ogni anno. Nel libro l’autrice ripercorre, a ritroso nel tempo, la storia di uno di loro diventato adulto.

“La vicenda umana dell’esposto”, spiega Vergassola “emerge gradualmente nel corso di un viaggio che un padre anziano intraprende alla ricerca del figlio che non sapeva di avere.” Il viaggio è l’espediente narrativo mediante il quale l’autrice porta alla luce un pezzo profondo e trascurato della storia nazionale, che interessa anche il nostro territorio. Erano tanti, infatti, i bambini esposti provenienti da alcuni istituti toscani, in particolare da Lucca e Livorno, che finivano a lavorare nelle campagne dell’entroterra spezzino. All’origine del libro c’è un fatto personale che Vergassola racconta così: “Un giorno ho potuto rintracciare un quaderno manoscritto appartenuto al mio bisnonno paterno. È una lunga memoria in versi nella quale il bisnonno descrive la sua vicenda prima di bambino abbandonato e poi di adolescente e uomo alla ricerca della madre. Superato l’immediato forte coinvolgimento emotivo, ho desiderato verificare le indicazioni di luoghi, persone e fatti citati dal bisnonno, cercando negli archivi di Stato e parrocchiali di Massa, Carrara, Lucca e Livorno e nella produzione storiografica sull’infanzia abbandonata nell’Italia postunitaria. Mi si è aperto così uno spaccato di vita di cui non avevo avuto conoscenza prima. È stata l’occasione per calarmi in
un’altra dimensione temporale, muovendomi tra l’alta Toscana e lo Spezzino.”

I luoghi e le persone costituiscono per l’autrice un’unità inscindibile attraverso la quale ha provato a comprendere il come e il perché dei fatti. Il premio è il meritato riconoscimento al contributo originale e coinvolgente che il libro offre al lettore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News