Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Novembre - ore 16.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Paoletti chiede soldi e attenzione per Barbazzano, scintille con Traversone

Il sindaco di Lerici: "Bisogna occuparsi del sito a livello di Parco". Il collega di Sesta Godano: "Provocazioni".

Ipotesi ministero

Golfo dei Poeti - Confronto e scintille oggi in Comunità del Parco sul pregiato sito altomedievale lericino del Portesone, complesso di antiche rovine nella collina alle spalle di Fiascherino. Il sindaco di Lerici Leonardo Paoletti ha portato nell'assemblea che raduna i rappresentanti dei sedici comuni dell'area protetta la richiesta che “la questione di Barbazzano sia affrontata e pianificata a livello di Parco e che si preveda un intervento urgente di pulizia del sito, allestendo a questo fine un fondo da 15-20mila euro che sia economicamente sostenuto da tutti i Comuni. Chiedo che la Comunità del Parco si occupi di Barbazzano, e occuparsene significa anche pensare a finanziarne la pulizia”. Il primo cittadino ha segnalato, non senza un accenno polemico, che “sui media il presidente Tedeschi ha invitato il Comune di Lerici a farsi carico della pulizia del sito, una denuncia pubblica. Io dico: sia una questione di ampio respiro, la si affronti come Comunità. Diversamente prenderò atto che un bene come Barbazzano per il Parco è affare soltanto di Lerici”.

“Paoletti usa la Comunità del Parco per ragioni politiche personali, per attaccare Tedeschi – ha polemizzato Marco Traversone, sindaco di Sesta Godano e consigliere del Parco -. Inoltre, essendo il sito di proprietà della Curia in concessione decennale al Comune di Lerici, se gli altri Comuni o il Parco ci mettono dei soldi, non essendo cosa loro, il rischio è il danno erariale. Io mi vergognerei a portare in Comunità un'idea del genere”. Il presidente Tedeschi ha rimarcato l'importanza culturale di Barbazzano, affermando che, più che una pulitura finanziata dai Comuni, “sarebbe opportuno cercare un confronto con il Ministero dei beni culturali per mettere il sito al centro di un progetto costante di manutenzione e riqualificazione. Sarebbe un salto di qualità. Cacciatori e liceali nei mesi scorsi hanno fatto interventi di pulizia davvero preziosi, ma quello che serve è un progetto continuo”. Il consigliere del Parco Corrado Bernardini, reduce da un incontro in merito, ha parlato delle “molteplici opportunità di finanziamento che possono intercettare siti in quanto limitrofi alla Via Francigena”, e ha invitato il Parco “a impegnarsi su Barbazzano almeno quanto ha fatto per il Portesone”. La prima considerazione è stata accolta positivamente da Tedeschi, che ha invece ricevuto con insofferenza la seconda, come sminuisse la portata dell'operazione condotta di concerto con Comune di Lerici e Agritur. Bernardini ha dato inoltre notizia di una denuncia del Cai ai carabinieri per il furto di alcune belle pietre degli antichi ruderi di Barbazzano per essere riutilizzate in lavoro di edilizia. Dall'assessore arcolano Salvatore Romeo, infine, un monito - “se tutti i Comuni finanziano una pulizia di questo tipo si crea un precedente, benché in linea di principio si possa essere d'accordo” - e la proposta di studiare la possibilità dell'impiego in lavori di cura del territorio i cittadini che percepiscono il reddito di cittadinanza: “Solo ad Arcola ne abbiamo centoquattordici”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News