Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Luglio - ore 09.43

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

I 'No biodigestore' calano a Spezia: "A rischio l'acqua potabile della provincia"

Mobilitazione in occasione dell'assemblea alla sede di Acam in cui sarà illustrato il progetto dell'impianto.

L'invito a politica e associazioni

La Spezia - Il popolo dei 'No biodigestore' domani si appresta a calare dalla Val di Magra alla Spezia per dire no all'installazione dell'impianto a Saliceti. L'occasione è l'assemblea dei sindaci in programma alle 17.00 alla sede Acam, riunione nel corso della quale sarà illustrato il progetto del nuovo polo di trattamento rifiuti previsto dalla programmazione provinciale e regionale. “Invitiamo tutta la popolazione e tutto il consiglio comunale di Santo Stefano di Magra a partecipare al presidio – dichiarano dal Coordinamento dei Comitati No (Bio)digestore Saliceti - per rimarcare la ferma contrarietà del territorio alla realizzazione dell' impianto a Saliceti e per dare un segnale concreto di sostegno anche al Sindaco Paola Sisti che porterà le ragioni della contrarietà al digestore all' Assemblea”.

I promotori della mobilitazione chiedono di partecipare “a tutte le associazioni ambientaliste e a tutti i cittadini della provincia che condividono con noi le ragioni del No al (Bio)digestore a Saliceti, perché, come ormai ribadito più volte, non é a rischio solo la salute e la qualità della vita dei santostefanesi, ma un bene prezioso e comune a tutti: l'acqua! Ribadiamo che il possibile inquinamento delle falde acquifere può compromettere i pozzi di Fornola che forniscono l'acqua potabile che esce dai rubinetti di quasi tutti i comuni della provincia di Spezia, e che la strettissima vicinanza alla zona Parco e al fiume Magra aumenta i rischi di criticità sulla sponda sinistra”.

Oggi la pratica digestore avrebbe dovuto trovare spazio anche in consiglio provinciale, ma sia l'interpellanza del consigliere Licari, sia la mozione della collega Nobili sono state rinviata e saranno affrontate con De Ranieri, vice di Cozzani, prossimo alla decadenza, temporaneamente al vertice dell'ente provinciale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News