Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 12 Dicembre - ore 20.37

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Misteri svelati, la vera storia di Strina | Foto

La testimonianza di un discendente. Il nipote racconta: "La mia famiglia contribuì anche alla realizzazione della statua di Chiodo".

le scoperte
Misteri svelati, la vera storia di Strina

La Spezia - Si sono dette tante cose della figura dello spezzino d'eccellenza "Strina" che nel tempo è stato considerato un'immagine mitologica. La verità è che la Spezia alla famiglia Strina deve moltissimo addirittura la sagoma della statua di Domenico Chiodo, che troneggia nel mezzo della piazza omonima a due passi dalla porta principale dell'arsenale.
Quasi dopo un anno, dalle prime indiscrezioni sulla vera identità di Strina, Città della Spezia è riuscita a raccontare qualcosa di più non solo su chi ha dato origine ai detti, sempre sulla bocca di tutti. E' stato un lungo percorso che ha portato anche al recupero di alcuni documenti storici, resi consultabili dai discendenti degli Strina che oggi vivono lontano dal golfo. Città della Spezia li ha incontrati e ha avuto l'opportunità di entrare in contatto con preziosi atti che non raccontano soltanto un pezzo di storia della città ma dell'Italia intera.
Tutto parte da un esilio, sull'isola di Capri, quando Andrea Strina, detto Andreone per la sua altezza, si unisce in matrimonio con una nobile: Carolina Lembi che le venne tolto il titolo nobiliare perché l'affascinante Andreone non era del solito lignaggio. Si presume che Andrea Strina fosse nato in Sicilia ma i discendenti non sono riusciti ad arrivare all'atto di nascita.
L'Italia non era ancora quella che conosciamo oggi. Era un paese che ancora doveva unirsi. Dall'unione, invece, di Andreone e Carolina nacque Costanzo Strina il primo della famiglia a raggiungere la Spezia negli anni della nascita dell'arsenale. Costanzo a sua volta, ebbe due figli: Annunziatina che riposa assieme a lui al cimitero dei Boschetti della Spezia e Salvatore.
Ed è proprio Salvatore Strina "quello del detto". Anche lui riposa al cimitero dei Boschetti con alcuni membri della sua famiglia. Intraprese la carriera militare come il padre e il nonno, partecipò anche alle campagne della Turchia. Morì nel 1944 durante i bombardamenti a Borghetto Vara. Ma da dove nasce il detto: "Va da Strina?". A raccontarlo è il nipote.
"Mio nonno negli anni della Seconda guerra mondiale - spiega il nipote - era un motorista specializzato ed era deputato ad ascoltare i motori che montavano sulle navi e a bordo dei sottomarini. Spesso si sentiva chiedere 'Oh Strina come vanno?'. A seconda del montaggio e del funzionamento dava il suo responso e ogni volta che sorgeva un dubbio tutti andavano da lui, così nasce il detto 'Va da Strina'. Tutti macchinari che avevano un problema passavano sotto il suo controllo. Il detto nasce così".
Come detto, questo non è l'unico aneddoto legato alla famiglia Strina. Ce n'è un altro che apre un altro capitolo della storia spezzina e per comprenderlo bisogna fare un salto indietro di un'altra generazione e tornare a Costanzo Strina, del quale Città della Spezia aveva parlato qui.
"Quello è il mio bisnonno - chiarisce il nipote - e quella che riposa con lui è la figlia. All'epoca della morte di Chiodo presero le misure di Costanzo Strina per realizzare la statua che conoscete. Il volto invece è quello 'originale' di Chiodo".
Strina "quello vero" e buona parte della famiglia, come detto, riposano tutti ai Boschetti e tutt'oggi è possibile andarli a visitare e, perché no, porgere loro un sentito omaggio. Del resto, buona parte dell'ironia tipica spezzina è merito degli Strina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia































Dove acquisterai prevalentemente i tuoi regali di Natale?












Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News