Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Gennaio - ore 22.37

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Peracchini: "Entro fine ottobre l'affidamento in house ad Atc"

Entro la fine dell'anno arriveranno altri undici autobus nuovi e nel 2020 ne saranno acquistati altri 26. Il parco mezzi sarà ridotto anche perché saranno tagliate le corse ridondanti che transitano in città.

Verso la razionalizzazione del servizio

La Spezia - Atc esercizio prosegue nel cammino tracciato dal management formato dal presidente Gianfranco Bianchi e dall'amministratore delegato Francesco Masinelli.
La presentazione dei 13 nuovi autobus arrivati nel deposito di Mazzetta nei giorni scorsi è stata l'occasione per fare il punto sulla partecipata e sull'affidamento del servizio di trasporto pubblico per i prossimi anni.

"Oggi inizia un'epoca diversa per Atc: il nuovo cda - ha dichiarato il sindaco Pierluigi Peracchini - è passato dalle parole ai fatti. In un anno o poco più dal loro insediamento, avvenuto a maggio 2018, hanno firmato i contratti per l'arrivo di nuove vetture e hanno rimesso l'azienda in sesto dandole una prospettiva futura, anche finanziaria. La Provincia entro ottobre dovrebbe procedere con l'affidamento in house - ha detto Peracchini, che da poche settimane è anche presidente della Provincia -. Abbiamo accolto una sfida che non era per niente scontata: con un parco mezzi molto datato e una manutenzione non programmata la situazione era drammatica e l'azienda stava andando dritta verso la cessione a qualche privato. Abbiamo ribaltato questa filosofia".

Bianchi ha ricordato come il ribaltamento della prospettiva e l'aver messo la prua verso l'affidamento in house sia stato fondamentale per tracciare un orizzonte diverso per la società. "Entro il 2020 cambieremo un totale di 50 bus e ne andranno in pensione 65. Con più mezzi nuovi non serviranno, infatti, quelli vecchi per i pezzi di ricambio. Oggi presentiamo 12 Mercedes Citaro e un Menarini, ma già a ottobre ne arriveranno altri sei e a dicembre altri cinque: saranno un altro Mercedes, quattro Iveco e sei Tomassini di dimensioni più ridotte per i servizi collinari. A settembre lanceremo un'altra gara a settembre per l'acquisto di 26 ulteriori mezzi che speriamo di avere entro l'estate prossima. Tutte le vetture saranno full service, quindi per 8 anni non dovremo affrontare i costi di manutenzione".

L'ad Masinelli ha ringraziato i Comuni azionisti per aver creduto nel nuovo piano industriale e i dipendenti per aver accettato un impegno forte.
"In futuro - ha svelato - acquisteremo nuovi autobus che andranno a gas naturale e in un secondo momento a metano, e per questo stiamo cercando un accordo con Snam rete gas e stiamo valutando l'ipotesi di realizzare qua un distributore. Speriamo di essere pronti a partire dal 2021".

I vertici di Atc hanno spiegato che nei prossimi mesi ci sarà la razionalizzazione delle corse, riducendo quei chilometri che sono ritenuti doppioni.
"Troppi autobus passano quasi vuoti in Piazza Verdi e Via Chiodo. Tra poche settimane sarà pronto lo studio per la razionalizzazione e se arriveranno notizie positive dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti rispetto al bando al quale abbiamo partecipato i filobus saranno il mezzo privilegiato per il transito in città. Abbiamo progettato una sorta di metro lungo la filovia, con un filobus ogni 5 minuti", ha specificato Peracchini.
Un risultato rivendicato da Bianchi, che ha anche fatto notare che l'approvazione del progetto da parte del Mit andrebbe anche incontro alle esigenze di 3 milioni di turisti e di 700mila crocieristi ogni anno, è stato quello della riduzione dell'evasione e del recupero nella vendita dei biglietti: "Anche grazie alla collaborazione con l'agenzia che ha fornito le guardie giurate alla fine dello scorso anno sono stati recuperati 250mila euro netti e quest'anno si stima che la somma salirà a 300/400mila. La Regione sta lavorando sulla bigliettazione elettronica, speriamo di poterla introdurre quanto prima".

"Il nuovo cda di Atc esercizio - ha concluso l'assessore alle Partecipate, Manuela Gagliardi - ha interpretato secondo la normativa il principio di economicità che bisogna applicare anche a società pubbliche e partecipate. Il piano industriale è stato assolutamente condiviso ed è frutto di un disegno che va avanti da mesi. Questo dimostra che quando si lavora in sinergia si centrano grandi risultati".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pierluigi Peracchini, Manuela Gagliardi, Francesco Masinelli e Gianfranco Bianchi Archivio CDS
I nuovi autobus Atc Archivio CDS


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News