Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Febbraio - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Facciamo luce sul teatro", anche il Civico c'è

A causa dell'emergenza Covid-19 quel mondo ha pagato il prezzo più caro, mettendo in difficoltà compagnie e maestranze da quasi un anno,

segnale simbolico
Teatro Civico

La Spezia - Questa sera le luci del Teatro Civico della Spezia rimarranno accese. Anche il “Civico” infatti aderisce alla mobilitazione nazione "Facciamo luce sul teatro" promossa dall’Associazione UNITA che con questa iniziativa vuole tenere viva l’attenzione sul mondo teatrale che sta pagando un prezzo altissimo a seguito dell'emergenza covid-19. "Il Teatro Civico ha aderito a questa mobilitazione nazionale e tenendo accese le luci del teatro darà un segnale simbolico di attenzione al mondo teatrale che, a causa dell'emergenza covid-19, ha pagato il prezzo più caro, mettendo in difficoltà compagnie e maestranze da quasi un anno - dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini - La crisi sanitaria non può diventare una crisi culturale: per questo il nostro Teatro Civico non ha mai calato il sipario, ma ha trovato nuove formule e nuove sinergie per aprirsi il più possibile nel pieno rispetto delle norme anticovid. Attraverso una open call alle associazioni e agli enti di terzo settore con sede nel territorio spezzino, abbiamo offerto gratuitamente alle realtà che da tempo non hanno la possibilità di effettuare le proprie attività lo spazio più prestigioso della Città per attività di laboratorio e prove. Da febbraio a giugno, infatti, verranno ospitate le associazioni La Nave di Carta, Compagnia degli Evasi, Compagnia Pullecenella & C., Associazione Culturale "Le Metamorfosi dell'Acqua", Compagnia La Corte, Associazione Culturale Nadar, Danseavie Corpo Unico, Associazione Culturale Centro Studi Danza e Circolo Studio Danza '82: ognuna avrà a disposizione tre giornate, scelte sulla base delle esigenze manifestate. Non solo, da marzo il Teatro darà ospitalità anche al Conservatorio Giacomo Puccini per consentire il naturale svolgimento delle sue attività: il Conservatorio è uno dei fiori all'occhiello della nostra Città e a dimostrazione di quanto sia fondamentale la sinergia fra istituzioni in questi momenti di forte crisi, l'Amministrazione ha dato subito la propria disponibilità per trovare soluzioni adeguate e in sicurezza stando vicino al Conservatorio, agli insegnanti e soprattutto ai ragazzi che, già duramente provati nella socialità con la didattica a distanza nel mondo scolastico, hanno bisogno di continuare a coltivare i propri talenti. Il progetto STEPS, inoltre, andrà avanti, nel mese di marzo, con i workshop preparatori dello spettacolo "Con lacrime elettriche", la prima drammaturgia originale prodotta dal Teatro Civico nell'ambito del Progetto con la Scuola di Teatro Pisa-La Spezia. Le luci sui teatri devono rimanere accese, ma al di là delle manifestazioni simboliche, alla Spezia abbiamo dimostrato che davvero il Teatro è sempre stato vivo nonostante tutto".

"Ad un anno dalla chiusura del teatro la situazione è sempre più drammatica per tutto il panorama artistico italiano e le maestranze che lavorano dietro le quinte - dichiara Matteo Taranto, Presidente della Commissione di Direzione Artistica del Teatro Civico della Spezia - La mobilitazione nazionale è un vero e proprio urlo di dolore perché non ci si può più permettere di non restituire alle città italiane i luoghi di cultura principali come sono i teatri, dove si vivono e si condividono emozioni e riflessioni. Dalla Spezia abbiamo dato un segnale concreto del fatto che il Civico non si è mai fermato, come non si sono mai fermati tutti i lavoratori del teatro che ringrazio e che hanno sempre tenuto pronto il palcoscenico per il progetto STEPS e per le associazioni locali. Se dal Governo arrivasse il via libera, noi saremo pronti anche domani a offrire una stagione meravigliosa a tutta la cittadinanza: non possiamo continuare a vivere in un mondo sospeso senza notizie certe. Al mondo del teatro va data una risposta e questa mobilitazione deve essere vista proprio nell'ottica di voler accendere l'attenzione su tutto un settore finora rimasto in ombra."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News