Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Settembre - ore 12.59

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Fiume in Archivio", l'impresa di D'Annunzio nelle carte di un secolo fa

L'Archivio di Stato della Spezia organizza una mostra nella sede di Via Galvani, sede di conservazione degli atti del Tribunale Militare Marittimo di Pola sulle diserzioni fiumane.

Il 12 settembre
"Fiume in Archivio", l'impresa di D'Annunzio nelle carte di un secolo fa

La Spezia - Il 12 settembre 1919 Gabriele D’Annunzio e i suoi legionari entravano a Fiume, dando sostanza al pensiero sugli errori diplomatici (“Vittoria nostra, non sarai mutilata”, Corriere della Sera, 24 ottobre 1918), commessi ben prima del Trattato di Versailles.

"Nel centenario dell’evento, il nostro Archivio di Stato non poteva non organizzare una piccola (dati i limiti di spazio a disposizione), ma significativa mostra archivistica, considerato che è l’Archivio che conserva gli atti del Tribunale Militare Marittimo di Pola, all’interno del quale sono contenuti 263 fascicoli processuali sulle diserzioni fiumane. Infatti, anche se poco noto al grande pubblico, i militari che si unirono a D’Annunzio - spiega il direttore dell'Archivio di Stato della Spezia, Emilio Bertocci - furono perseguiti dalla magistratura militare, che esercitò un’indagine anche sui sospetti, estesa al personale civile. Una pagina complessa e controversa, che appartiene alle vicende della storia dell’Unità d’Italia, da consegnare allo studio rigoroso degli storici con i documenti d’archivio".

I documenti esposti nella mostra "Fiume in Archivio" costituiscono un campione significativo della gestione della vicenda, attraverso gli strumenti amministrativi a disposizione delle autorità: decreti, circolari, copie di ordinanze, lettere, comunicazioni, disposizioni, telegrammi... che mostrano lo stato d’animo e gli eventi che si sono verificati in questa epopea dannunziana. Fra i documenti esposti sono compresi un telegramma indirizzato a D’Annunzio, la copia dell’ordinanza relativa alla costituzione del Tribunale di guerra ordinario e speciale della Piazzaforte di Pola, una circolare della Marina, concernente l’invio di alcuni marinai provenienti da Fiume al comando Regio esercito di Spezia e un fascicolo relativo ad uno dei tanti giovani spezzini che hanno aderito e partecipato all’impresa fiumana.
Nella mostra sono state incluse anche alcune pubblicazioni attinenti tra le quali ricordiamo il volume curato da Antonino Faro, già direttore dell’Archivio e si può consultare, anche in tale occasione, l’inventario dell’Archivio del Tribunale Militare Marittimo di Pola, tesi di laurea dalla dottoressa Bruna La Sorda, strumento indispensabile per le ricerche storiche di tale fondo archivistico.

La mostra sarà aperta al pubblico, presso la sala di studio dell’Archivio di Stato della Spezia, in Via Galvani 21, giovedì 12 settembre dalle 8 alle 17.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il retro di una tessera del battaglione volontari Marina "Luigi Rizzo"


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News