Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Settembre - ore 12.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Una legge missione per l'arsenale come fu per il Porto Antico di Genova"

La proposta dell'ex ammiraglio Andrea Toscano quando si avvicinano i 150 anni dalla fondazione della base. "Per conciliare le esigenze della Marina con il carattere monumentale non basta l'impegno locale".

chiodo come colombo

La Spezia - "Imprese di queste dimensioni si realizzano solamente uscendo dall'ambito locale". In Andrea Toscano confluiscono le competenze di una vita passata con la divisa della Marina Militare ai più alti livelli di comando e la passione civile di uno spezzino del centro storico che ama la sua città e la vorrebbe sempre migliore. Aveva lasciato il servizio con la promessa di dedicarsi alla famiglia (leggi qui), ma evidentemente non dev'essere facile tenerlo lontano con lo sguardo e il pensiero dalla Porta Principale dell'arsenale. Giovedì sera presso l'NH Hotel è stato il relatore di un confronto sul tema delle aree militari organizzato dal Rotary Club La Spezia. Un viaggio tra passato e futuro.

"Vedere certe strutture degradate all'interno della base mi dispiace da ex ufficiale di Marina. Da spezzino invece le ricordo quando, ai tempi in cui ero bambino, erano in condizioni migliori di adesso. L’arsenale è qualcosa di fantastico. La sua costruzione è stata un’impresa stupenda, di livello mondiale. Oggi è una struttura immensa che viene solo parzialmente utilizzata, con un valore anche culturale e storico non solo per la Spezia. E' un patrimonio della nazione, un simbolo dell’Unità d’Italia", ha argomentato l'ammiraglio che ha retto il Comando Marittimo Nord fino al 2015. Il suo è un excursus partito dalla caduta del Muro di Berlino, quando le risorse per il comparto difesa sono andate via via calando portando la base al sottoutilizzo parziale. E la storia è un filo conduttore del discorso.

Perché di storia l'arsenale è uno scrigno. Non solo in virtù dello straordinario patrimonio del Museo Tecnico Navale. All'interno della cinta di sicurezza vi sono almeno trenta manufatti già oggi protetti con il vincolo storico-architettonico (qui per approfondire). Tutti gli esperimenti di apertura in ottica culturale, a partire da quelle organizzate dal Fai negli scorsi anni, sono state un grande successo di pubblico che ha attirato visitatori da fuori città e da fuori regione. Eventi estemporanei che mostrano un potenziale enorme. Un futuro duale per la base come per le unità militari? "Per conciliare le funzioni di una base della Marina Militare, ancora fondamentale per le forze armate, con il suo valore storico e monumentale, l’esperienza mi dice che un'impresa di queste dimensioni si realizza uscendo dal contesto solo locale. A cosa penso? A una legge apposita per finanziare questa sfida, che permetta di superare le obiettive difficoltà finanziarie. Una legge con una missione nazionale, un po' come successe con Genova nel 1992 per il Porto Antico". Un lavoro per i rappresentati spezzini a Roma, per cui non basterebbe una legislatura probabilmente. Un tema da approfondire quando si avvicinano i 150 anni dalla costruzione dell'arsenale. A ottobre le celebrazioni, con il programma che sta nascendo proprio in queste settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News