Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Ottobre - ore 22.36

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Largo Fiorillo, pizzicato un agente abusivo: 5mila euro di multa

Gli agenti della Polizia municipale hanno colto in flagranza un operatore che svolgeva attività di agente turistico senza avere l'autorizzazione. Controlli quasi quotidiani, ma la promozione è consentita. Anche se quasi sempre è una foglia di fico.

Il confine è sottile

La Spezia - Per qualche giorno, dopo l'articolo pubblicato da CDS sul fenomeno degli agenti turistici abusivi che stazionano appena fuori il perimetro demaniale di Largo Fiorillo offrendo ai turisti biglietti per le escursioni nei dintorni del Golfo o verso le città d'arte della Toscana (leggi qui), non si erano più fatti vedere. Poi i furbetti dei tour sono ritornati alla carica. Ma ad attenderli c'erano, come già altre volte, gli agenti della Polizia municipale spezzina, con il blocchetto dei verbali e la penna pronta a scrivere. E in una di queste occasioni la sfera della biro ha corso a lungo.

Nei giorni scorsi, infatti, gli agenti della Municipale hanno pizzicato il personale di una società che stava svolgendo esercizio abusivo dell'attività di agenzia turistica, procacciando clienti per escursioni turistiche fuori città tra i crocieristi appena usciti dal terminal di Largo Fiorillo. La sanzione elevata è stata molto salata, pari a ben 5.000 euro.
I controlli non si sono fermati e anche questa mattina la Polizia municipale spezzina era sul posto per verificare che non ci fossero violazioni alla normativa. Gli agenti hanno individuato un operatore che reggeva un cartello pubblicitario, ma hanno accertato che era in possesso del permesso per pubblicizzare l'attività e che non stava procacciando clienti e, tanto meno, vendendo tagliandi per le escursioni. Tutto a posto, dunque. Almeno per quel che riguarda quello che è stato possibile verificare.

Il confine tra il promuovere regolarmente una attività turistica e vendere il servizio è infatti assai labile, soprattutto per chi deve dimostrare che è stato superato: è necessario cogliere l'eventuale agente abusivo nell'atto di vendita dei biglietti e spesso questo rischio viene aggirato indirizzando i turisti a bordo dei pullman parcheggiati poco lontano. Altrimenti perché promuovere escursioni turistiche di una giornata a favore di viaggiatori che stazionano in città solo per un giorno? Forse per invogliarli a ritornare alla Spezia tra qualche anno e poi, magari, imbarcarsi su un pullman alla scoperta di Piazza dei Miracoli?

(foto: repertorio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News