Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 14 Dicembre - ore 22.39

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Toti: "Enel non va affrontata in modo egoistico"

Il governatore da Villa Marigola: "Non riguarda un quartiere, riguarda un modello di sviluppo". E da Confindustria 'assist' al biodigestore.

"Golfo microcosmo sostenibile"

La Spezia - “Sviluppo sostenibile non è un ossimoro, perché non esiste sviluppo a lungo termine senza sostenibilità. E nel Golfo della Spezia è in atto un tentativo di creazione di un microcosmo di crescita sostenibile che fornisca benessere attraverso un modello di sviluppo integrato a cui partecipino industria, ricerca, università, turismo”. Così il presidente della Regione, Giovanni Toti stamani a Villa Marigola, in occasione di un convegno dedicato allo sviluppo sostenibile che ha avuto il suo clou nella presentazione del master 'Management degli ecosistemi territoriali e marittimi' nato dall'intesa tra Università di Pisa e Comune di Lerici. Il governatore, nel suo saluto, ha toccato anche il tasto dell'area Enel: “Una partita – ha detto – che non può essere affrontata in modo autoreferenziale o egoistico, al di là di quello che è il pensiero delle forze politiche e sociali. Dopodiché si può ragionare de quello sia un luogo dove fare o non fare, se sia giusto, se servitù di quel tipo debbano ruotare in modo diverso. Ma è evidente che è un tema che non riguarda un quartiere di una città ma un modello di sviluppo del Paese a cui noi tutti dobbiamo partecipare dando il nostro contributo in termini di generosità ma anche pretendendo l'attenzione che merita chi si assume determinati pesi”.

Tornando al concetto di sostenibilità, Toti ha affermato che “se partiamo dal presupposto che crescita e ambiente sono incompatibili rischiamo di finire in un dibattito intellettuale che porta poco lontano. La sostenibilità non va affrontata in modo ideologico altrimenti rischiamo bracci di ferro dolorosi e inconcludenti”. Su simile lunghezza d'onda la presidente di Confindustria La Spezia Francesca Cozzani, intervenuta un attimo dopo, e che a sua volta ha toccato la questione Enel: “Un tema importante, che richiede approfondimenti tecnologici – ha affermato -. Non è questione dell'eventuale turbogas... poi per carità se si riesce a non avere il turbogas e a far chiudere comunque con il carbone entro il 2021 mantenendo contempo ad avere ancora l'impegno di Enel sul territorio siamo tutti felici e contenti, ma non è così scontato. Occorre entrare nel merito dei problemi con competenza. Ho visto molta prevenzione in certe prese di posizione”. La numero uno di Via don Minzioni ha parlato anche del biodigestore, proprio oggi al centro di una partecipata manifestazione santostefanese che chiede lo stop del progetto: “Non entro nel merito della localizzazione – ha dichiarato l'imprenditrice -, che giustamente deve essere affrontata con tutte le verifiche e le cautele del caso. Teniamo però presente che il biodigestore sarebbe forse il primo caso di economia circolare nei nostri territori. Casi del genere vengono portati come esempio e tra le varie attività realizzabili in ottica sostenibilità ci sono anche impianti di questo tipo. Il biometano è riconosciuta come tecnologia di transizione per il futuro, quando si punterà sull'idrogeno. Il gas da recupero è ritenuto un asset su cui puntare anche a livello Onu”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Dove acquisterai prevalentemente i tuoi regali di Natale?












Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News