Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 18 Agosto - ore 19.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Chirurgia diventerà un piccolo ambulatorio di periferia. Lo vuole la Lega"

Intervento di Francesco Battistini, consigliere regionale Italia in Comune.

"Chirurgia diventerà un piccolo ambulatorio di periferia. Lo vuole la Lega"

La Spezia - Vorrei tranquillizzare la Lega e più in generale tutto il centrodestra: nessuno ha mai detto che la Chirurgia avrebbe chiuso totalmente.
L’operazione che intende fare la Giunta Toti è ben più subdola. La Lega, per mano dell’Assessore Viale, ha intenzione di relegare il reparto spezzino, fiore all’occhiello della nostra azienda sanitaria, a piccolo ambulatorio di periferia. Un po’ di appendici, qualche colecistectomia e un paio di emorroidi.
Tutti interventi importanti, per carità, ma non possiamo permetterci di perdere l’alta complessità, anche considerati i professionisti validi che abbiamo e che, rapidamente, fuggirebbero altrove. È impensabile sospendere l’interventistica al pancreas, come del resto è folle credere di spostare come pacchi i pazienti da Spezia a Genova.
La verità è, purtroppo, semplice. La Lega sta smantellando il Sistema Sanitario Regionale pubblico per consegnarlo ai privati e per realizzare questo piano inizia dal savonese e dallo spezzino, per conservarsi un bacino elettorale più solido su Genova.
È chiaro che la soluzione prospettata dalla Viale non porterà alcun risparmio e graverà solo di più sulle tasche dei cittadini, direttamente e indirettamente. Primo perché aumenteranno le fughe negli interventi complessi. Da La Spezia sarà più facile, per un paziente, dirigersi verso la vicina Toscana: Massa o Pisa, per esempio. Ciò svilupperà una maggior mobilità passiva e dunque un esborso per la Liguria che si troverà a pagare per le prestazioni eseguite fuori dai propri confini, perdendo la possibilità di investire quei denari in servizi erogati.
Secondo perché aumenteranno le spese per quei pazienti, e le loro famiglie, costrette a spostarsi per affrontare l’intervento e le diverse fasi nel pre e nel post operatorio.
È aberrante, dunque, assistere alla difesa, seppur di parte, di una tale decisione. Invito gli stessi assessori e sindaci del centrodestra, nello spezzino, a cercare di far ragionare i loro partiti in Regione e a porre fine a un piano catastrofico.

Francesco Battistini
Consigliere Regionale
Italia in Comune

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News