Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Peracchini: "Albiano, i detriti del ponte sono un pericolo diretto per lo Spezzino"

Il presidente della Provincia: "Non possiamo affrontare la cattiva stagione con questa spada di Damocle".

"Si muova il governo"

La Spezia - "La presenza dei detriti del ponte di Albiano nel greto del Magra è un pericolo che coinvolge il territorio spezzino in maniera diretta. I colpevoli ritardi nel gestire questa emergenza sono palesi ed oggi la situazione è insostenibile. Non è possibile pensare di affrontare i prossimi mesi con uno sbarramento artificiale nel fiume, serve un intervento urgente della protezione civile nazionale per mettere in sicurezza quel luogo e quindi tutto il corso del Magra". Parola di Pierluigi Peracchini in qualità di presidente della Provincia della Spezia.

"Interesserò formalmente il Governo - prosegue - perché gestisca questa situazione con tutti gli strumenti a disposizione, visto che ad oggi non è stato fatto nulla di concreto, neppure per eliminare un palese pericolo che grava sulla nostra provincia. Non possiamo affrontare la cattiva stagione con questa Spada di Damocle, abbiamo già vissuto troppe situazioni simili. C’era tutto il tempo di intervenire in estate, invece sono passati mesi senza che chi aveva il compito di agire facesse qualcosa. Quello che capita in Toscana, sul confine, poi investe direttamente il nostro territorio e non dobbiamo essere noi a pagare i danni della cattiva gestione di questa situazione, trascurata dal primo giorno. Adesso devono essere garantiti gli interventi e le responsabilità devono essere attribuite a qualcuno, è finito il tempo di nascondersi per non affrontare la questione. Eliminare quei detriti è una priorità per garantire l’incolumità pubblica, noi purtroppo non possiamo agire perché non è Liguria e non è provincia della Spezia, altrimenti lo avremmo fatto da tempo. La Regione Toscana non si è mossa, ora deve farlo il Governo e deve farlo subito perché non staremo qui ad aspettare di subire i danni di questa situazione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News