Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Febbraio - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Servizi funebri, opposizione compatta: "Disattesi gli impegni nei confronti della Pa"

chiesta una commissione consiliare
Comune della Spezia

La Spezia - Opposizione compatta sul tema della legge regionale sulle onoranze funebri. E il prossimo passo, dal canto loro, sarà audire in commissione consiliare la Pubblica assistenza spezzina. In una nota tutti i consiglieri Marco Raffaelli, Luca Erba, Guido Melley, Roberto Centi, Federica Pecunia, Dina Nobili, Donatella Del Turco, Jessica De Muro, Massimo Lombardi, Massimo Baldino Caratozzolo, Luigi Liguori, Paolo Manfredini, Lorenzo Forcieri esprimono forte preoccupazione su quanto sta accadendo dopo gli ultimi appelli che si sono levati dalla Pubblica assistenza (leggi qui).

“Durante le elezioni regionali abbiamo assisto alla trasversale manifestazione di solidarietà della politica verso la Pubblica Assistenza della Spezia, oggetto di una Legge Regionale del centrodestra che l’ha vergognosamente esclusa, dopo numerosi anni, dai soggetti fornitori dei servizi di pompe funebri - si legge nella nota - .Tutti i candidati spezzini al consiglio regionale hanno dedicato un momento della loro campagna elettorale per visitare la sede della Pa, ed impegnarsi formalmente, una volta ripresa la Legislatura, a richiedere una veloce correzione della legge".
"La mancanza delle entrate - prosegue la nota -, ricavate dal prestare servizio di onoranze funebri, non solo pregiudica il mantenimento di tutti i servizi assistenziali che la Pubblica Assistenza ha garantito fino ad oggi, sopratutto alle fasce della popolazione più bisognosa ed in difficoltà; ma rischia di costare anche posto di lavoro a circa 30 persone. Non è accettabile, e non si può più aspettare".
"Il centrosinistra ha mantenuto la parola data ai volontari ed ai lavoratori della Pubblica mesi fa - proseguono - una volta insediato il Consiglio Regionale, ha chiesto di attivare la discussione della modifica della legge, nel più breve tempo possibile. Il centrodestra sta invece traccheggiando, rimangiandosi gli impegni presi".
"Come consiglieri del Comune della Spezia - si legge ancora - ci sentiamo pienamente coinvolti in questa battaglia a difesa dell’assistenza verso i cittadini, del mantenimento di servizi pubblici essenziali, della garanzia del posto di lavoro. Per questo abbiamo chiesto urgentemente la convocazione congiunta delle Commissioni Sanità e Lavoro, al fine di audire i rappresentanti della Pubblica assistenza, i sindacati e Regione Liguria. Quando si prendono impegni così importanti, guardando in faccia i cittadini, si devono rispettare. Punto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News