Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Ottobre - ore 20.26

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Meluso toccata e fuga: “Tanti prestiti perché dobbiamo fare di corsa”

Il direttore sui casi Djidji e Verde: “Non parlo di calciatori degli altri”. Mezza ammissione su Nzola: “Lo apprezziamo, ma ci sono dinamiche di mercato in ballo. Vediamo se riusciremo a portarlo”.

conferenza stampa
Meluso toccata e fuga: “Tanti prestiti perché dobbiamo fare di corsa”

La Spezia - “Tre acquisti e mezzo visto che Marchizza era già stato qui l’anno scorso. Sono contento sia rientrato perché è un calciatore di grandi prospettive, purtroppo lo potremo avere soltanto in prestito. Perché tanti prestiti? Molte delle nostre sono scelte che abbiamo dovuto affrontare con velocità e qualche operazione abbiamo dovuto accelerarla senza avere tempo di patrimonializzare. Alcuni, come quello di Piccoli, sono prestiti secchi perché privilegiamo il fatto di averli a disposizione subito rispetto all’imbastire una trattativa più complessa. Con Mattiello c’è stata invece questa possibilità, infine Rafael arriva da svincolato”. La sintesi del mercato dello Spezia fino ad oggi: presto sicuramente, bene se c’è la possibilità. Mauro Meluso spiega così gli ultimi tre innesti di casa aquilotta: Mattiello, Piccoli e Marchizza.
“Questo lo dico per esternare in un discorso più ampio su come stiamo affrontando il mercato. Cecando innanzitutto di colmare i vuoti che abbiamo avuto in alcuni ruoli e guardando l’immediato aspetto tecnico. E’ una situazione anomala. Il 20 agosto è finita la scorsa stagione ed in una settimana ci siamo trovati a dover organizzare il futuro”. Gli arrivi non sono finiti. “Dovremmo ufficializzare oggi Deiola e Farias, manca solo un iter burocratico da completare. Qualche altro aggiustamento abbiamo in mente con il mister, ci stiamo lavorando. L’attacco? E’ quello che ha bisogno di qualche innesto in più ma confido molto in chi c’è già”.

Quando si va sui nomi singoli, il direttore mette gli occhiali da sole. “Djidji? Quando ero a Lecce l’ho trattato, è un calciatore forte ma è degli altri e non parlo dei calciatori degli altri. Verde? Capisco che voi vogliate sapere e far sapere alla piazza, ma io davvero non posso rispondere su calciatori che non sono dello Spezia. Su Nzola invece dico che è un profilo molto apprezzato ma ci sono dinamiche di mercato che non posso rivelare in questo momento . Sono cose che vivo tutti i giorni. Abbiamo fatto tantissime acquisizioni, vedremo strada facendo se si riuscirà a fare anche questa operazione”.
In merito alle uscite invece, si confermano sacrifici importanti. “Ho già avuto modo di dire agli agenti stessi dei calciatori in uscita che rimarranno per sempre nella storia dello Spezia. Hanno fatto qualcosa di inimmaginabile, c’è il massimo rispetto per loro ma ci sono scelte che si fanno di cuore e scelte che vanno fatte di logica. Alcuni troveranno più spazio in altre quadre. Al momento abbiamo fatto tre o quattro cessioni, penso ad Awua e Colombini. Su alcuni giocatori che compongono la rosa odierna ci sono attenzioni, vediamo se si concretizzeranno”.

Andrea Bonatti

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News