Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre - ore 23.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Un'unica Autorità portuale e prefisso comune ma non si può passare da Spezia a Massa Carrara"

La proposta di un docente di geografia: "Confini amministrativi, spesso deboli e talvolta anacronistici: perché non varare una norma chilometrica come in Francia?

un vulnus
"Un'unica Autorità portuale e prefisso comune ma non si può passare da Spezia a Massa Carrara"

- Buongiorno,

posso comprendere la ratio della norma varata dal Governo che non prevede gli spostamenti tra regioni diverse, se non per motivi di lavoro o di salute, in quanto finalizzata a diminuire gli spostamenti che, se numerosi, aumentano nuovamente le possibilità di contagio. Con questa norma rimangono però fortemente danneggiati gli abitanti di province confinanti appartenenti a regioni diverse.

Esistono, infatti, casi di forte integrazione economica, funzionale e sociale, come quello delle Province di Massa-Carrara (Toscana) e La Spezia (Liguria) molto più legate tra di loro che non con le province contermini della stessa regione. Si pensi, ad esempio, che esiste un’unica Autorità portuale e un prefisso telefonico in comune e non è, peraltro, un caso che entrambe facciano parte di unica regione storica che si chiama Lunigiana. Allora, perché impedire a chi ha congiunti, una vigna o un orto da curare, un esercizio commerciale e un parco vicini di non poter spostarsi tra queste due province?

E’ una forte e ingiusta penalizzazione per i tanti che al momento hanno la “sfortuna” di abitarvi. Il legislatore, anzi che focalizzare, con una norma di dubbia costituzionalità, la sua attenzione sui confini amministrativi, spesso deboli, fuorvianti e talvolta anacronistici, non faceva meglio ad imitare la vicina Francia, dove sicuramente di geografia e di buona amministrazione ne sanno più di noi, e varare una norma kilometrica uguale per tutti? Ad esempio, al di sotto dei 100 km dalla tua residenza puoi andare dove vuoi? Oltre, devi esibire l’autorizzazione. Sarebbe molto più democratico e giusto.

Prof. Riccardo Canesi
Docente di Geografia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News