Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 24 Giugno - ore 19.05

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Bruzzi Alieti: "Sindaco e assessori in corteo a Migliarina, mi sarei aspettato coerenza"

Lettere a CDS
Bruzzi Alieti: "Sindaco e assessori in corteo a Migliarina, mi sarei aspettato coerenza"

- Spett.le Redazione,

invio la presente per esternare la sorpresa mia e di tanti cittadini della Spezia, di fronte a quanto avvenuto al corteo del 24 aprile a Migliarina.

Se non sbaglio negli anni è sempre stato organizzato dall'Anpi e dal PCI prima e PD - PDS poi, ma quest'anno ha visto la partecipazione del sindaco Peracchini e di ben 3 assessori, con tanto di famiglia, di cui due della Lega.

Premesso che nella vita ognuno fa ciò che vuole, ma dai politici ci si aspetterebbe coerenza, visto che sono stati eletti con il centro-destra dove vi era anche un partito che ha ancora ha nel simbolo la Fiamma Tricolore, vederli sfilare in un corteo con bandiere rosse, falci e martello, e una banda che suona canzoni bolsceviche, (fischia il sasso) ha lasciato stupiti ed indignati molti spezzini.

Un conto è presenziare alla cerimonia ufficiale del Comune, un altro a quella di parte, che non rispecchia gli ideali dei loro votanti, e dei loro partiti (per fortuna non sono tra questi).

Vorrei ricordare ai partecipanti che nella nostra provincia ci furono oltre 300 vittime dei partigiani, moltissimi civili, donne uomini, bambini e gestanti, sarebbe quindi giunto il momento di rendere omaggio a tutti i Caduti non solo quelli che volevano portare l'Italia sotto il giogo sovietico.

Per questo motivo vorrei che i 3 assessori e il sindaco venissero al cimitero dei Boschetti con la fascia tricolore e portare un fiore sulla tomba delle altre Vittime della guerra civile, dimenticate da 70, da tutti tranne che da noi.

Concludo ricordando che nessuno liberò La Spezia, in quanto le truppe della RSI, lasciarono indisturbate la città, e passata la Cisa combatterono l'ultima battaglia a Fornovo, contro i brasiliani, i quali dopo la resa concessero agli italiani l'Onore delle armi.

CESARE BRUZZI ALIETI

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News