Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Agosto - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il Levante molla Giulio Guerri, Casagrande: "Siamo pro Baldino"

La rappresentante del comitato: "Lettera morta tutto ciò che aveva detto di voler spingere il sindaco a fare".

- "Quando Guerri, con cui avevo fatto amicizia quando ancora era in consiglio nella prima amministrazione Federici, si è presentato candidato non ho avuto dubbi nel votare per lui. Cinque anni dopo mi ha proposto di candidarmi nella sua lista ed io l’ho fatto, non certo per entrare in consiglio ma con la speranza di portargli qualche voto tra gli abitanti della mia zona. Non ho avuto nemmeno dubbi quando ci ha convocati per chiederci se eravamo d’accordo con l’apparentamento con Peracchini, in primo luogo perché pensavo fosse finita l’epoca delle battaglie come con Federici e compagnia e fosse necessario chiudere quel capitolo una volta per tutte.

Con l’andar del tempo mi sono resa conto che la musica era cambiata, ma non in positivo, per noi e che poche erano le cose nel nostro programma che si tentava di mettere in pratica. Mi sono anche resa conto che solo Baldino cercava di portare avanti le nostre richieste. Naturalmente ho chiesto in giro tra sostenitori ed ex candidati e molti erano delusi come me. Cosicché Iren ha assorbito Acam, l’Enel è stata quasi pregata di rimanere, senza carbone però (ma noi volevamo se ne andasse). Non una parola sull’inquinamento acustico e ambientale che tormenta i quartieri del levante e lo stesso per altri problemi come quelli di Marola si è negato il permesso di installare un monumento ai morti per l’amianto. Poco si è fatto per evitare che le piante cittadine facessero una brutta fine come quelle di via San Francesco, quelle della Cernaia e così come accadrà a breve per i pini di viale San Bartolomeo.

Insomma tutto quello che noi volevamo lui spingesse il sindaco a fare, era lettera morta. L’unico che si faceva sentire ed alzava la voce era Baldino e quando poi è scoppiata la bomba molti di noi si sono schierati apertamente con lui e senza ombra di dubbio il numero dei pro Baldino è certo molto più alto di quello pro Guerri. Mi auguro che la guerra finisca presto e che Baldino la spunti".

Rita Casagrande
Comitato Quartieri del Levante

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News