Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Luglio - ore 17.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Toti trova un'intesa con Berlusconi, in extremis Forza Italia ricuce

Ieri incontro decisivo a Roma: l'ex Cavaliere evita la diaspora e concede al governatore ligure di coordinare il partito insieme a Mara Carfagna. Saranno loro poi a sfidarsi alle primarie, da svolgersi entro il 2019.

"Cambiamo anche il nome"
Toti trova un'intesa con Berlusconi, in extremis Forza Italia ricuce

Liguria - "È stata una lunga giornata, a suo modo unica e rivoluzionaria nella storia del centrodestra. Abbiamo avviato un percorso. La strada sarà lunga e ancora da definire per tantissimi aspetti. L’obiettivo è che tutti tornino a partecipare e scelgano insieme il futuro. Anche una lunga marcia comincia con un passo. Lo ha detto un esperto di lunghe marce". Il passaggio stretto di ieri a Palazzo Grazioli blocca la fuga di Giovanni Toti da Forza Italia. Di ritorno a Genova dopo il pranzo a Palazzo Grazioli, il governatore ligure rinuncia alla navigazione in solitaria verso Matteo Salvini e Giorgia Meloni, e a tornare a casa. Sarà lui insieme a Mara Carfagna il coordinatore di Forza Italia, almeno fino al congresso. Berlusconi evita la scissione e c'è chi già parla di "testamento politico".

Nel suo lungo discorso l'ex Cavaliere parla parecchio di comunicazione dicendo che tv e giornali non passano quasi nulla delle tante proposte fatte. E adesso? Berlusconi apre alle primarie, da svolgersi in autunno, proprio come da tempo chiede Toti. Al tempo stesso senza il cappello di Berlusconi sarà più facile che Forza Italia trovi una nuova alleanza con Salvini. E adesso? Il governatore ligure confermerà la Convention di “Italia in crescita”, il 6 luglio al Brancaccio di Roma, con amministratori e sindaci azzurri: sarà una sorta di benedizione alla sua piattaforma congressuale, dove inviterà la Carfagna, che quasi certamente sarà la sua rivale alle primarie. "Se sarò candidato al congresso, proporrò di cambiare nome anche al partito, spero che tutto questo consentirà a molti sindaci di poter tornare in un contenitore, possibilmente cambiandolo" - ha detto ieri alla stampa nazionale.

Un primo passo per sanare le spaccature ma è stato lo stesso Toti al Tg2 ad avvertire tutti: “Non credo che si possa fare una rivoluzione partendo da un board, si fa una rivoluzione partendo da dei contenuti e dandosi dei tempi precisi". Il riferimento va al gruppo di lavoro che coinvolgerà Antonio Tajani, Anna Maria Bernini e Mariastella Gelmini, dirigenti dai quali Toti si è allontanato da tempo. Non sono mancati i primi commenti, a partire da quello di Sandro Biasotti: "Grande soddisfazione per il nuovo corso dato dal presidente Berlusconi e io credo di aver un minimo contribuito, con una mia lettera pubblica in cui consigliavo quello che ora è stato deciso. E' il momento di tenere tutti insieme anche con Toti e poi primarie auspoicando una vera competizione per una Forza Italia più forte e perno essenziale di un centro destra moderato". Anche l'onorevole spezzina Manuela Gagliardi, fedelissima di Toti, è raggiante: "E' la persona giusta non solo per Forza Italia, ma per l’Italia. Ora rinnoviamo la nostra casa, uscendo finalmente dalle logiche che negli ultimi tempi hanno rischiato di condannarci all’irrilevanza: basta scelte calate dall’alto, più democrazia, amministratori locali e giovani per il salto in avanti e di qualità che occorre a tutto il sistema paese. Che sia l’anno zero, senza pasticci e imponendo rinnovamento vero. Finalmente anche Forza Italia è uscita dal limbo, ora mi rivolgo ai miei colleghi: troviamo il coraggio di pensare a un nuovo inizio, a una nuova storia, a non condannarci da soli all’irrilevanza e alla malinconia di un glorioso passato. Insieme a Giovanni cominciamo una nuova storia: ora o mai più.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News