Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 07 Marzo - ore 09.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Andrea Doria e Sampierdarenese, le antenate che frequentavano il Picco

i precedenti
Claudio Terzi

Liguria - Lunedì il primo incrocio tra Spezia e Sampdoria in campionato. Una delle squadre più vicine geograficamente è anche l'unica che non è mai scesa al Picco per giocarsi qualcosa che non fosse un'amichevole. Il fatto è che negli anni Venti e Trenta, quando i bianchi incrociarono tante delle protagoniste di questa massima categoria, la Sampdoria non esisteva. Nata infatti nel 1946 per fusione tra l'Andrea Doria e la Sampierdarenese, le antenate che invece con lo Spezia hanno condiviso quegli anni pionieristici del calcio professionistico.
Con l'Andrea Doria, che giocava in maglia a quarti bianca e blu, c'è innanzitutto la partita del campionato di Prima Divisione Nord 1921/22: 2-0 per gli aquilotti con gol di Gino Rossetti e Morando. Il tecnico Maggiani mandò in campo Latella, Caiti, Maggiani, Cassanelli, Bergamino II, Palmia, Morando, Rosetti II, Lodola ,Rossetti I e, Calzolari I. Ancora vittoria aquilotta nel 1924 (1-0), in quello che fu il secondo incrocio nella neonata Prima Divisione Nazionale.

Nel 1927 c'è una prima fusione tra Sampierdarenese e Andrea Doria che dà vita al club La Dominante, che aveva curiosamente la seconda maglia uguale alla prima aquilotta (casacca bianca, pantaloncini neri). Con questa lo Spezia gioca nella serie B 1929/30, la prima a girone unico, una partita finita 3-3. L'anno seguente il club cambia denominazione in Liguria, fa in tempo a passare dal Picco per perdere 2-1 nel 1930 e si scioglie. Rinascono quindi sia l'Andrea Doria che la Sampierdarenese. In maglia bianca con striscia rossa e nera, questa nel 1932 arriva in serie B e viene sconfitta nel Golfo dei Poeti per 2-0. L'anno dopo Spezia-Sampierdarenese inaugura il campionato di entrambe con uno 0-0, ma fine stagione esultano i genovesi per la promozione in serie A.
L'Andrea Doria invece lotta nelle serie inferiori, lo raggiunge lo Spezia nel 1936 in serie C e lo batte per 3-1 ottenendo la promozione dopo lo spareggio contro la Sanremese. Nel 1940 la Sampierdarenese, a sua volta ribattezzata Liguria dopo la fusione con Corniglianese e Rivarolese, torna in serie B e il Picco cade per la prima volta: 1-4 e ritorno in serie A. Dal 1946 nasce infine la Sampdoria e non ci saranno più incroci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News