Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Ottobre - ore 22.34

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'arte pop di Flippo Pagano torna ad Arcola

L'arte pop di Flippo Pagano torna ad Arcola

Sarzana - Val di Magra - Ritorna ad Arcola Filippo Pagano dopo la sua mostra itinerante dello scorso anno e dopo aver partecipato all'inizio 2019 ad una mostra internazionale. L'artista è legato sentimentalmente ad Arcola dove si sposò in Municipio nel 1975. Ama esporre nella ampia sala polivalente dove può mostrare una grande numero di opere legate alle varie tematiche della sua arte pop . L'arte POP come noto prende spunto da personaggi , da oggetti , da fatti della vita e li trasforma per proporre immagini originali create da punti di vista inusuali . Al centro del quadro non c'è più l'abilità manuale ma un'idea , una storia. Un altro aspetto peculiare della sua arte è l'obiettivo di rendere la sua arte popolare cioè di farla entrare nelle case di tutti. Insomma di renderla democratica. Il suo approccio all'arte cambiò dopo aver letto il libro del filosofo tedesco Walter Benjamin "L'opera d'arte nel periodo della sua riproducibilità tecnica". Il filosofo evidenziava come la riproducibilità facesse perdere l'aurea di unicità all'opera ma consentisse alle masse di avvicinarsi all'arte e di possederla. Il passaggio dalla fruizione al possesso si realizza mantenendo i prezzi a livello popolare in virtù proprio della loro riproducibilità.

L'artista si mantiene in contatto con le principali gallerie d'arte contemporanea americane della costa orientale per studiare gli orientamenti e le novità proposte dall'arte digitale. Da quest'anno Filippo Pagano collabora con il CAMEC di Spezia allo scopo di sviluppare la cultura dell'arte multimediale nella nostra provincia . Questa collaborazione è iniziata con la prima di una serie di conferenze che vedono partecipare anche l'Accademia delle Belle Arti di Carrara nella persona del prof. Domenico Quaranta. La mostra di quest'anno propone una serie di ritratti realizzati con diverse tecniche: dalle tecniche dei graffitisti realizzate in digitale , ai ritratti "vintage" che ripropongono ritratti con la grafica realizzabile con i primi computer e le stampanti anni '80. Si parla di pixeloni , di monitor a fosfori verdi e di ASCII Art . Sarà presente anche l'opera esposta al contest internazionale di Roma sul tema "Paura ed Arte" selezionata da Dario Argento presidente della giuria. Saranno presenti anche dipinti a china in bianco e nero della prima fase artistica, ormai abbandonata dall'artista, che proponeva la contaminazione delle opere dell'arte classica con i brand dei prodotti moderni. Per questo la mostra si chiama "Dal Pennello al Bit".

I visitatori potranno vincere un quadro dell'artista partecipando ad un sorteggio fra tutti i visitatori che avranno firmato il libro firme. Ci saranno anche altre sorprese. L'esposizione sarà visitabile dal 14 giugno al 7 luglio nella sala polivalente di Piazza 2 giugno ad Arcola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News