Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 24 Ottobre - ore 11.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Tutti i partiti dovrebbero puntare sulla doppia preferenza di genere"

Francesca Castagna non è riuscita a entrare in consiglio regionale, ma ha raccolto oltre 2mila voti: "Il Pd ha dimostrato di esserci. A Sarzana centrodestra affaticato".

Al femminile
"Tutti i partiti dovrebbero puntare sulla doppia preferenza di genere"

Sarzana - Val di Magra - La soddisfazione di incassare 2.136 preferenze, l'amarezza di non approdare al consiglio regionale, complice la sconfitta del centrosinistra e del candidato Ferruccio Sansa. Francesca Sarzana, avvocato 47enne, vice segretario del Pd sarzanese, a un paio di giorni dallo spoglio ci tiene innanzitutto a rivolgersi a chi ha scritto il suo nome - “Un grazie di cuore agli elettori” - e dà una lettura della sua corsa, dell'esito elettorale, del significato di questa tornata per Sarzana.

“Sapevamo che prendere la Regione sarebbe stata una battaglia difficile, in salita – spiega a CdS -, ma abbiamo fatto un buon lavoro, abbiamo recuperato. In Liguria abbiamo riproposto l'alleanza di governo e purtroppo siamo partiti tardi”. Candidata al femminile più preferenziata dello Spezzino, Castagna osserva: “Sulle preferenze c'è il rammarico che forse il doppio voto di genere non sia stato ancora molto introitato, ma è anche vero che era la novità di queste elezioni. Uno strumento sul quale tutti i partiti dovrebbero puntare, perché la doppia preferenza di genere è un arricchimento per la politica. Spiace che dallo Spezzino non approdi in consiglio regionale una rappresentanza femminile e che le donne in Via Fieschi siano lo stesso numero uscito dalle precedenti consultazioni. In ogni caso sono personalmente soddisfatta, anche considerando che, assieme al dottor Canessa, eravamo gli unici a non aver avuto esperienze amministrative, cosa che influisce sulle preferenze. Voglio inoltre rivolgere un ringraziamento all'ex sindaco Caleo, che si è speso senza sosta con una campagna porta a porta”. Profonda la convinzione che le donne, in politica, debbano trovare più spazio: “E senza trasformarsi... in uomini, che a volte hanno un approccio aggressivo, invece penso che le donne possano dare molto in termini di ascolto, capacità di analisi, proposta di soluzioni”. Al di là della soddisfazione personale, c'è anche quella per le percentuali del Pd: “Abbiamo candidato volti credibili e questa è stata l'arma vincente. Non a caso siamo tornati il primo partito in provincia. E certo la spinta delle regionali non si esaurisce qui, siamo pronti a fare opposizione dentro e fuori i consigli".

A Sarzana Toti ha sconfitto Sansa di un punto, mentre nel resto della provincia l'affermazione è stata quasi ovunque più sostanziosa. “Abbiamo finalmente battuto un colpo, le persone hanno capito che il Pd a Sarzana (dove è risultato il primo partito, ndr) c'è e intende impegnarsi e soprattutto riprendere la città, dove ora il centrodestra si mostra affaticato. In questi anni abbiamo scontato defezioni – c'è chi ha scelto altre formazioni politiche, chi ha smesso con la politica attiva -, ma siamo riusciti a dar prova della volontà di ricostruire e portare avanti la tradizione del centrosinistra in città”. Idee chiare su come impostare la ripresa del terreno perso negli ultimi anni: “Serve mobilitarsi, anche oltre i confini sarzanesi, ragionando a livello di vallata già a partire dalle imminenti elezioni santostefanesi. Il Pd si propone come riferimento, pronto a trovare alleati. Importante altresì operare per recuperare sul fronte dell'astensionismo nonché scegliere candidature per tempo – le partite non si giocano l'ultimo mese –, anche esterne alle strutture di partito, e che siano candidature supportate”.

N.R.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News