Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Ottobre - ore 19.48

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ratti: "Ponte di Ceparana e variante Cisa saranno fra i miei impegni più importanti"

campagna elettorale

Sarzana - Val di Magra - "Nella convinzione che un Paese debba misurarsi sulla capacità d’investimento, con stanziamenti adeguati per la manutenzione e la realizzazione di nuovi manufatti e infrastrutture, è arrivato il tempo, dopo il recente crollo del ponte di Albiano, di programmare rapidamente un condiviso intervento sistematico sulle nuove opere viarie, perché abbiamo il dovere di fornire risposte e atti concreti a chi, da decenni, legittimamente reclama soluzioni e di tutelare, nel contempo, anche tutte le imprese del “nostro” territorio, permettendo loro di essere competitive, di creare sviluppo e posti di lavoro". Così Barbara Ratti, candidata alle prossime elezioni regionali nelle liste di Fratelli d'Italia che aggiunge: "Il sistema d’infrastrutture stradali non regge più, poiché la maggior parte dei nostri ponti e viadotti è stato costruito tra il 1950 e il 1980 e siccome nessuna opera è perenne, serve un organico piano di manutenzione, che possa però prevedere anche l’avvicendamento di nuove infrastrutture, pianificando una rete stradale in conformità agli standard europei. In siffatto contesto e in particolare, in merito alle problematiche attuali di sicurezza, sarebbe opportuno implementare l’istituzione del “Catasto delle strade” ed effettuare una mappatura per poter favorire una politica di prevenzione, che indichi quale sia la durata massima di vita dell’infrastruttura codificata e soprattutto chi sia l’Ente titolare: una struttura che ha un certo numero di decenni dovrebbe essere abbattuta e ricostruita prima che crolli, non deve prevalere la logica della «conservazione», perché si tratta d’infrastrutture e non di monumenti storici".

"Se si verificano livelli di congestione e saturazione è perché le strade sono prese d’assalto perché gli automobilisti trovano poche e inadeguate alternative sui trasporti pubblici o sulla rete autostradale ed è ciò che avviene in Val di Magra - continua Ratti -. Sono nata e cresciuta a Santo Stefano Magra, dove ancora risiede la mia famiglia, comune che paga insieme ad altri del nostro territorio la carenza infrastrutturale e in particolare la disarmante inconcludenza per la ricostruzione del ponte di Ceparana. E’ per questo che con la mia elezione non risparmierò fino a quando non solo l’infrastruttura sarà realizzata ma diventerà anche complementare alla viabilità esistente, per il collegamento tra Ceparana e Sarzana. E’ necessario infatti un miglioramento della connessione con tutte le zone artigianali/industriali della Val di Magra. Sono convinta che non può esserci un nuovo ponte se non viene realizzata anche la variante Cisa, perché dovrebbero essere contemporaneamente avviati due cantieri, uno a Ceparana e l’altro a Sarzana, per poi incontrarsi a metà del tracciato. Realizzare poi “il terzo lotto” contestualmente al ponte di Ceparana diviene necessario per i collegamenti tra le imprese e il porto, ma anche per gli autotrasportatori di altre regioni, come la Toscana ed inoltre il nuovo tracciato renderebbe possibile la completa integrazione dei luoghi a esso circostanti, comprendenti parti dei territori di Follo e Bolano. I vantaggi e la funzionalità dell'opera si andrebbero a riverberare anche in chiave sanitaria e di soccorso (collegamento delle aree circostanti con il sistema sanitario ospedaliero), agevolando anche l’accesso dei mezzi di intervento dei Vigili del fuoco o altre situazioni di emergenza. Dobbiamo affrontare le emergenze una volta per tutte e far ripartire l’economia puntando soprattutto sulle opere pubbliche “necessarie”: queste sono l’abbrivio per risolvere i tanti problemi ambientali, ridurre l’impatto sulla salute, salvare posti di lavoro e produrne di nuovi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News