Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Agosto - ore 22.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Selene, quando la luna è scesa fino al Golfo

di Bert Bagarre

sprugoleria
Selene, quando la luna è scesa fino al Golfo

- Oggi l’informazione (di tutto il mondo e non solo quella di Sprugolandia) ricorda il cinquantenario del primo allunaggio e la discesa di un uomo sulla superficie del nostro satellite. So che tutto questo è ben noto, ma interessa particolarmente al nostro appuntamento perché la nostra landa ha sempre dimostrato una particolare attenzione verso la luna.
Non serve dire che si fregiava del suo nome, prima ancora che lo dicessero dei poeti, l’ampio seno che fa bella questa terra, per la linea sinuosa che l’assomiglia alla falce della luna, anche se ancora non si sa dove stesse il porto che lì possente troneggiava. Robe di tempi andati, circondate da un alone che sfuma il particolare non consentendo la visione distinta, proprio come quando il contorno dell’astro celeste è smorzato dalla troppa luminosità. Ma anche se si vede male, quanta ispirazione ha creato la sua immagine un po’ confusa!

Ma la luna ha trionfato a Sprugolandia in tempi più recenti. Nel 1878 ad un tale ricco di idee venne in mente di creare uno stabilimento di bagni fondandolo su palafitte infisse in mare, appena fuori della città, dopo Porta Rocca dove allora il monte scendeva giù e lambiva le onde. Per l’epoca quell’impianto era per davvero bello, lussuoso, avveniristico addirittura e il nome impostogli rispecchiava la sua futuribilità: Selene che in greco significa luna.
Del resto, allora in Europa furoreggiava “Dalla terra alla luna”, il romanzo in cui Jules Verne anticipò di qualche decennio la discesa di Neil Armstrong sì che l’astro, dopo aver suscitato riflessioni erranti al pastore delle steppe asiatiche, eccitava adesso nuovi sogni e moderni desideri. Dunque, all’impianto che della moderna Sprugolandia fu il primo a comparire sul proscenio delle onde, venne imposto quel nome che si rivelò benaugurale tanto fu il successo che riscosse.

La descrizione lasciataci del Selene ancora oggi fa strabuzzare gli occhi per l’ammirazione che nasce dalla descrizione.
Era un corpo centrale con due ali, un complesso che conteneva oltre cento cabine: per singoli, coppie e famiglie. Ma il Selene non era pensato solo per fare i bagni di mare e di sole. C’era la sala del biliardo e tanti negozi, centro commerciale ante litteram, dunque, ma soprattutto c’era un’enorme sala da ballo. E poi la decorazione, ogni parete adornata di vetri che sbrilluccicavano per ogni dove luci e immagini stordendo chiunque ci fosse. Così, non c’è da stupirsi se dopo un cotillon più vorticoso del solito, ci scappava un bacio galeotto. E la luna di lassù sorrideva benedicente ammiccando alla creatura che portava il suo nome.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News