Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

A due passi dai play out, danzando danzando.

Zanoli ed un progetto mai nato.

A due passi dai play out, danzando danzando.

- STAGIONE FALLITA, CONCRETO PERICOLO PLAY OUT
(un bravo, ora, a chi capisce Zanoli)
Quando perdi perdi. Quando perdi 3-0 di solito non giochi, e quando non giochi c’è qualcosa che non funziona. A Reggio Emilia, poi, ma non in uno stadio da 35 mila ( Il Giglio) che sembra una cattedrale nel deserto africano, avevamo perso 3-0 ( nel vecchio Mirabello) anche nell’88-89, quando avevamo ben altra consistenza, ed anzi sembravamo un’armata invincibile.
La stagione è definitivamente andata; non è tanto la distanza dalla zona play off, da quanto tutte le squadre che ci sono davanti e quella situazione tecnica che non mostra di potersi dipanare. Sia in una versione ( 3-4-3) che in un’altra ( 4-4-2), sia con un centrale difensivo che un pivot d’attacco, sia con Veronese che senza Veronese, sia con Scalzo che con Altobelli, la salsa è sempre stata indigesta. E poi, quel qualcosa di romantico che si era tramandato nello spirito dei tifosi, quelle vittorie un po’ antiche o le sconfitte lottando, sembrano acqua passata. Qui si perde e basta, con un presidente, Angelo Zanoli, che sembra chiaro non abbia un progetto altrettanto limpido in testa e che quindi si tiene Stringara in casa di malavoglia, sapendo che non ci sono le finanze per fare dell’altro. Ci sarebbe il mercato in apertura a gennaio, ma senza denari e senza la possibilità di operare cambi anche alla pari, lo Spezia esce dai giochi.
E poi le voci di un possibile rientro di Torino dovessero concretizzarsi, lo sarebbero solo perché la lega interverrebbe in una diatriba che rischia di aprirsi seriamente tra Legnano, Spezia e Macalli. Insomma, un altro patatrac. Più interessante la salvezza della società, a questo punto, perché il rischio di un capitombolo appare concreto, senza fare cassa nel giro di pochi mesi.
L’ennesima sconfitta, nell’ennesima maniera. Ora lo Spezia non è solo la squadra ad aver raccolto meno nel girone, fuori casa, ma anche quella che ha incassato di più lontano dal Picco ( 16). Senza la debacle del Prato a Padova saremmo la peggior difesa in assoluto. La classifica parla molto più chiaro di quanto non dicano i numeri; siamo ad un passo dalla zona pericolosa che porta ai play out, ma a guardare la media inglese la situazione è molto più complicata di quanto non dicano i numeri nudi e crudi. Pisa (questa sera contro il Cittadella), la stessa Reggiana, il Pavia e la Torres, non sono così distanti in media da quanto indica la graduatoria, anche perché gli aquilotti giocheranno nel girone di ritorno ben nove gare fuori casa e solo 8 al Picco. Se il ruolino di marcia rimane questo diventa quasi matematica una collocazione nella griglia che porta agli spareggi, con annessi e connessi di un ambiente fortemente deluso. Un caso simile a quello della Lucchese dello scorso anno, per intenderci. Visto che la dirigenza non vuole arrivare ad un cambio tecnico e che dall’1 gennaio si parlerà di mercato, solo un ribaltone tecnico farebbe cambiare rotta. Ma da Trieste, dove sta maturando la trattativa più seria, non sembrano arrivare ad un dunque, se non ad una acquisizione di Coti, senza versare contanti, alquanto improbabile (parole di Seeber, diesse giuliano). Si chiude un 2003 non da favola:33 gare, 12 vittorie, 12 pareggi, 9 sconfitte. E pensare che tutto era iniziato con la grande rivincita, Spezia-Treviso 2-0. Poi il crack solo quindi giorni dopo con la sconfitta casalinga con il Cittadella ed il Cuoghi-day. Doveva essere il campanello d’allarme o la prima pagina della ricostruzione, si è rivelata un macigno.
ARMANDO NAPOLETANO

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News