Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Calciopoli o Calcio Polis?

Spezia-Piacenza più di un 3-3

Calciopoli o Calcio Polis?

- Città stato, città morte, città e basta, città del calcio. E la storia. Quella che racconta che a partire dall'VIII secolo, la crisi della monarchia conduce alla formazione di una polis (città-stato) aristocratica, dominata da proprietari terrieri ( che giammai avrebbero oggi acquistato una squadra di calcio), in costante competizione per la supremazia. Nel corso del VII e del VI secolo, questa aristocrazia si indebolisce progressivamente, ma ci mette un po’ per la verità. Perché bisogna arrivare fino ai giorni nostri, 2006, per scoprire la nascita della città del calcio. Dove tutto è dorato, dove mangi la domenica o il sabato, guardando tuo figlio a tavola, perché faccia in fretta. C’è da mettersi in coda lungo viale Fieschi. Dove la gente glossa il calcio per tutta la settimana,. Dove l’angolo dello sportivo, così com’è detto, ne fa venire in mente almeno quattro. Dove il calcio riesce perfino ad uscire dai canoni specifici, e dove c’è chi parte da casa con un telefonino che non userà più, perchè forse ha già in testa di tirarlo a qualcuno nella speranza di non fargli male. La Spezia è tutto questo e forse qualcosa di più. Dopo la gara di venerdì, e per almeno tre giorni, ho ricevuto un mucchio di telefonate. Tutto vogliono venire qui, sapere, chiedono, perfino quelli di Sky e di Sportitalia. Vogliono il Picco, fanno un po’ a gara a farsi mandare. Sanno che qui la gente va allo stadio portandosi la memoria dei padri addosso, sanno che c’è uno stadio che nuovo non sarà mai ma che è così bello che sembra pieno e fa rumore anche quando è vuoto. Si, vanno a farsi un giro nell’old England calcistico. Sanno che questa non è serie B, ma è il loro recupero settimanale dell’infanzia. Molti di quelli che sono sugli spalti hanno smesso di giocare al calcio da anni, dopo molti ingloriosi ed occasionali pomeriggi sui campi di una provincia arsa, che non ha erba anche se ha il mare vicino. Eppure entrano anche loro in campo ogni benedetto sabato. ”Anche se vivo a Manchester, anche se lavoro vicino all’immensa e ricca sede del prestigioso Manchester United, continuo, in modo assolutamente regolare e con grande entusiasmo, a tifare per la mia squadra, Hull city, al momento una delle peggiori squadre professionistiche del paese” raccontava Ian mcGuire, scrittore inglese. Quanti di quelli che stanno leggendo vi si ritrovano? Quanti, per tantissimo tempo, hanno anche gridato e balbettato per un successo della Juventus e del Milan ma sono andati fuori giri per la serie B dello Spezia?. Noi tutti, e mi ci metto anch’io da cronista, siamo i diseredati del pendolo di Foucault di Eco.”Il calcio è un rituale in cui i diseredati spendono le lor energie combattive ed il loro sentimento di rivolta, praticando magie ed incantesimi per ottenere dagli Dei in tutti i modi possibili la morte del terzino avversario, completamente ignari della classe dirigente, che voleva solo tenerli in entusiasmo estatico, condannati all’irrealtà”. Non sarà mai alla Spezia, non sarà mai. Qui il calcio fa una città e non viceversa. “Abbiamo battuto la Juventus, ora conoscono anche la città Mantova e non la confonderanno più con Modena”, ha detto Lori, presidente dei Virgiliani dopo la partita di sabato. Immagina tu in Italia quanti conoscono il signor Lia ed il Museo e quanti invece sanno del Picco e dei tifosi locali. Ho sempre avuto l’impressione che dentro questa squadra abiti una folla, una moltitudine di gente, e quando i discriminati, i disprezzati, i condannati al fallimento eterno si riconoscono, raccontavano taluni , nel successo di un eroe, in questo trionfo riesce a pulsare la speranza collettiva. Altro che Calciopoli, questa è calcio Polis. Questa è la città del calcio.
ARMANDO NAPOLETANO

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News