Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cesena, zero a zero quasi scritto.

Due squadre alla ricerca d'autore.

Cesena, zero a zero quasi scritto.

- CESENA CHIAMA LO 0-0?
La trasferta di Cesena non sarà, comunque vada, una tappa importante per lo Spezia. Troppa la distanza dalla fine, squadra che inserisce un uomo nuovo come Geraldi, romagnoli ancora non del tutto quadrati. Come immagino che sia il campionato appena cominciato? Ohibò, debbo convocare messeri strani. Di certo questo campionato ogni anno perde qualcosa per strada. Io dico che il campionato deve essere sempre più calcistico, far emergere valori, visto che non può sfruttare neanche la manfrina televisiva.
Due anni fa lo vivemmo in maniera spasmodica, lo scorso anno quasi camomillata. Sarà dura per le neopromosse, ed anche per il Pisa. Per il resto meglio quando il calcio era tutto uno sventolio, e lo stadio aperto e festoso. Magari Spezia e Pisa se le davano lo stesso, ma almeno era calcio vero. Tornando all’oggi, che si chiama Cesena, poco da dire. A me sembra una gara avviata verso uno zero a zero già scritto.
Da una parte una squadra che spaccia tale Simone Cavalli per Van Basten ( lo scorso anno 1 gara a Messina e 14 a Teramo con la miseria di un gol); dall’altra c’è un gruppo che è tutto un cantiere.
Lo Spezia visto contro il Lumezzane sembra un po’ il Cesena visto a Busto contro la Pro Patria. Bellini a vedersi, ma concreti poco. I liguri con il 3-4-3, i cesenati con il 4 -3 2-1. A conti fatti da una parte ( area spezzina) tre difensori ed un solo attaccante ospite; dall’altra zona di pericolo cesenate, 3 attaccanti spezzini larghi e spalle alla porta, con quattro difensori. Poco per sperare che qualcuno la metta dentro?.
Lo Spezia, poi, a Cesena non ha mai vinto, negli ultimi tempi anzi si è fatta anche recuperare. Lo scorso anno anche Rai Sat ci immortalò sconfitti nel posticipo serale, un anno prima Rubini ci mise del suo nel pareggio rocambolesco rimediato dal Cesena che perdeva 2-0 e pareggiò con una punizione piuttosto telefonata di Bettoni, lo stesso centrocampista che Stringara voleva quasi portare da queste parti.
A ben vedere più che il Cesena preoccupa la direzione di Paolo Mariuzzo di Venezia, quinto anno nella can C. Troppo casalingo per esser vero: in c1 il 46 per cento delle sue gare le vincono le squadre di casa, solo il 27 quelle fuori. 35 anni compiuti ad agosto, è però un ottimo arbitro, anche se la designazione di Mattei, capo delle giacchette arbitrali di C, non ci ha convinto appieno, visto che comunque vada è una gara da potenziali play off.
Votiamo quindi per le reti bianche, certi che sarà un altra la gara della giornata che dirà qualcosa di più. Segnatevi questo Lucchese-Padova, Glerean contro Viscidi, storie di fallimenti e resurrezioni. Immaginare una Lucchese che fa fuori i patavini; vuol dire pensare ad una squadra toscana che si presenta tra sette giorni al Picco a punteggio pieno. Pensare al Padova che vince vuol dire creare attenzione su questa formazione che sette giorni dopo ha un’altra trasferta a Rimini. Se esce il pari, bisogna vedere cosa fanno Spezia, Cesena e Pisa. Più crocevia il Porta Elisa che la campagna romagnola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News