Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Editoriale/Ruggieri e Soda Last minute. E noi non ce lo meritavamo

Spezia-Frosinone, non solo una partita

Editoriale/Ruggieri e Soda Last minute. E noi non ce lo meritavamo

- Quel che resta di Soda, oggi, è un allenatore pieno di voglia, con tanta rabbia, con immensa misura, con le stesse parole di sempre. Allenare lo Spezia non è una cosuccia, specie perché il vizio del tempo è raccontare tutto a tinte fosche anche perché tutto è a tinte fosche. In una città bella e schifosa, sublime e repellente, puoi vedere uomini che nel calcio salgono sul treno e quando scendono non sono più loro. Tre anni su quella panchina tutti di filato, sono difficilissimi da collezionare, lo avevamo detto in tempi non sospetti. Ma ora si arriva al dunque, all’ultima curva, a quello che forse era nei programmi, che è nella legge del calcio, che sta nei numeri e bla bla bla bla. Insomma, l’ovvio del pallone. Per trovare uno Spezia che dopo cinque giornate sia ancora a zero devo arrivare fino al 1952-53, e signori, era quarta serie. Il peggior avvio di sempre dice che la panchina traballa e traballerà ancora, ma è chiaro che siamo al dunque. Se sarà, andrà in scena il ribaltone più preventivato, preparato, decantato, programmato, che la storia del calcio abbia mai regalato. E perderebbero la faccia in molti, nuovi e vecchi. Il problema non sarà chi partirà eventualmente, ma chi rimarrà. Il presidente stasera sarà al Picco ed a parlare alla squadra, un atto doveroso e che deve dare energia. Se non c’è la scossa, se in campo non si vede la risposta, il finale è noto. Ruggieri paradosso, difende anche un po’ se stesso, perché nel caso di abbandono di Soda (ma lui non si dimetterà mai) sarà la fine anche del suo ciclo. Ermelli? Non se ne sente la presenza, posso dirlo? Va in onda una settimana paradossale dove rischia di andare deserto un Cda, dove ci saranno almeno due dimissioni di consiglieri (Meriggi e Russo), dove si è preparato un aumento di capitale, obbligatorio; dove entro il 29 settembre lo Spezia deve completare i pagamenti per gli emolumenti dei giocatori e dipendenti fino al 30 giugno e la relativa quota di contributi. Solo questi, ammontano a circa 800 mila euro. Tutti dati, vada a farsi subito benedire chi parla di solite polemiche, non stà leggendo Donna Moderna. Si spera ce la faccia. Ancora una volta, e Cds lo disse per prima, le colpe dei padri (società) condizionano il futuro dei figli (il mister). Soda ha colpe relative in tutto questo, una percentuale a doppia cifra ma contenuta, rispetto ad altri. La logica emozionale dei tifosi poi, ha dato i frutti logici, sfido qualunque tifoseria a convincersi di tifare per una squadra che ne perde praticamente 5 di fila e continua ad applaudire come nulla fosse; e che non vince in casa da oltre 190 giorni.
Sull’ultima curva ci arriva una macchina guidata male, su due ruote sole, con una convergenza spaccata, con i pneumatici lisci, perché per sostituirli non c’erano denari. E che non si è neanche fermata davanti al Tutor che ne indicava una velocità media elevata. Sull’ultima curva si gioca però molto del futuro, che ha una logica solo se riesce ad avere un minimo di programmazione. Cds prova a fare ancora una volta da spartiacque, unico organo di informazione che le racconta, senza lacci; poteva rimanere inerte a vedersi la scena di quella svolta, non dire nulla e passare avanti, tralasciare sul fatto che possano arrivare Sonetti (voluto da una sponda) e Ballardini (voluto dall’altra). Nella verità , proprio in questo momento, sul tavolo di Ruggieri ci sono occasioni per vendere, e tra la sua quota (50 della Gsi) e l’opzione del 15 per cento ceduto dall’Inter come anticipato dal Secolo XIX, balla un 65 per cento. Ci sono possibilità che questo avvenga presto, molto presto. Se riesce a farlo, Ruggeri spiazza la sponda parmense, che nelle stesse ore è tesa a cercare un socio in compartecipazione, cercando di fargli acquisire il 30 o poco oltre. Last minute, siamo sul finale, forse perché le parti si stanno rendendo conto di non essere esattamente complementari. Ma fare informazione è soprattutto raccontare i fatti, giusto giusto per essere credibili. Tutti quelli che avete letto. Di certo i tifosi, i meno tifosi del Picco, gli appassionati, la stampa , quelli del Picco, i vippissimi, i più poveri, gli amanti della curva, insomma tutti, compreso Soda e Ruggieri, non si erano meritati una serata così. Perché hanno comunque sia regalato un passaggio importante, i migliori anni della nostra storia sportiva, nel dopoguerra. Tutti insieme appassionatamente. Nessuno si meritava una serata così tesa e nervosa, così forte. Se sarà last minute, ma speriamo ancora fortemente di no, Soda trovi compagnia al momento di abbandonare, malgrado suo, la nave. E si porti dietro altra gente. La macchina resta omologata per 5, offre Hyundai. E chi sennò?

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News