Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 04 Dicembre - ore 22.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

J’ACCUSE

ma le aziende dove sono!

 J’ACCUSE

- Alle 13 di tutt’oggi, dopo una verifica diretta, nessuna delle aziende spezzine che avevano promesso di dare un contributo alla causa della crisi Spezia aveva versato un solo euro. Nessuna. Neppure coloro che avevano guadagnato ampia pubblicità su giornali nazionali, promettendo cospicui acquisti di abbonamenti. Alle 13 di oggi, sul conto corrente intestato alla società a responsabilità limitata (non è mai stata una cooperativa, nonostante la pubblicità parlasse di questo, un errore mediatico) si era ben distanti da un quorum che possa salvare la situazione, ribadiamo una salvezza d’aprile. Perché dopo ci vorrà un ulteriore sforzo per portare avanti fino a giugno il tutto. Dopo le dichiarazioni di Papi e di Melley, sulle quali da cittadino e sportivo provo sincero imbarazzo, senza parlare di altri componenti del mondo industriale anche giovane (sui quale provo sconcerto, ed abbiamo omesso nell’intervista di Matteo Cantile passaggi davvero singolari), registriamo anche questo. A due giorni dall'Assemblea di Milano. Gli unici ad aver aderito sono i tifosi, non tutti, ora anche alcuni giocatori, l'ex Corrado Colombo, e soprattutto Luciano Spalletti, allenatore della Roma. A lui sono bastate due telefonate, poi nel giro di 24 ore era pronto il bonifico. Una lezione di stile e tempi. Nessuna delle aziende spezzine che aveva deciso di collaborare, lasciando quindi Federici (che di questa situazione non ha un centimetro di colpa, come si evince dalla semestrale pubblicata sul sito ufficiale) nella licenza di pubblicizzare, ha provveduto al versamento; non esistono lettere di intenti, si tarda a prendere decisioni anche istituzionali. Resta incredibile che, per fare un esempio, Comune e Provincia (ma nel primo caso deve ancora essere messo a bilancio) non abbiano ancora ottemperato a versare i 25 mila euro a testa sul conto della Fondazione Spezia, che non raggiunge neanche i 50 mila euro di totale raccolto. Resta incredibile che il mondo imprenditoriale, in questo particolarissimo momento, metta a nudo tutta la sua estraneità ad un problema di cultura, che una volta era sottocultura ma che oggi rappresenta ben altro. L’Assemblea dei soci di Lo Spezia siamo noi, di domani sera, è un appuntamento davvero durissimo. Cds ha più volte lanciato proposte, ha cercato di fare movimento di opinione, ha lanciato messaggi. C’è chi li ha voluti gestire a proprio modo, prendiamo atto anche di questo. Di certo non si capisce perché 1 tifoso interpellato su 2, dopo aver registrato la sua voce all’operatore telefonico della Call and Call, che faceva assumere allo stesso l’impegno di sottoscrivere la quota pro Spezia, poi non si sia ‘presentato a farlo. Il momento è di quelli difficili, resta missione possibile (chi scrive ci crede, possibilità ne esistono e sono percorse di ora in ora), complicata però anche da una spezzinità sempre in linea con il passato. Quelli che Patroni chiamava “i fischi del Peola”, o meglio “Armiamoci e…partite”. Oggi c’è ancora in città che cerca alibi, chi antepone personalismi (Se c’è quello io non verso), chi si oppone perfino a Cristina Cappelluti, che sarà anche di Alessandria ma che oggi avrebbe tutto l’interesse a disfarsi di un problema che per lei potrebbe diventare grosso (ma non lo fa). Che però l’Industria non abbia recepito la valenza di questa crisi è quanto meno sconcertante; difendersi dietro un dito non porta da nessuna parte, tanto meno quando si tratta di valorizzare un prodotto. E questo è un prodotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News