Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 04 Dicembre - ore 22.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lucchese ed Arezzo davanti, fuochi fatui.

Spezia, bene così, a piccoli passi.

Lucchese ed Arezzo davanti, fuochi fatui.

- Non c’è una sola certezza in questo avvio di stagione, neppure il punteggio pieno di Lucchese ed Arezzo che guidano. Non c’è una squadra da battere, non c’è chi sembra abbia le carte in regola per dominare; non c’è neppure un motivo di polemica e d’astio. La C sembra lontano anni luce dalla B, che sta facendo ciò che di peggio non potrebbe. Usciamo da Cesena con un punto, che fa tanto; avevamo pronosticato lo 0-0 ed esce un 2-2 sul quale pesano la prova del nostro centrocampo, il talento giovane ed altalenante di Napolitano, la traversa di Cavalli, una difesa che gioca bene ma prende due gol, l’attacco identificato da un giocatore che per la prima volta in carriera va in gol. Bella la fotografia che Mandorlini regala da spettatore del Dino Manuzzi:”Se Veronese decidesse di fare un po’ più la punta…”. Verità ce ne sarebbero tante, noi attendiamo l’arco che va dalla settimana alla decima di andata: se lo Spezia sarà in alto ci rimane, altrimenti stagione di rincorsa, lunga, ma di rincorsa. A Cesena sugli spalti ci sono anche Nicoletti, Pistocchi e Arrigo Sacchi. Roberto Bordin fa 100 in maglia bianca, proprio davanti ad Arrigo Sacchi, quello che un giorno lo giubilò da Parma e spedendolo proprio a Cesena. Hugo Rubini fa 120 presenze, sempre in aquilotto. Cinque stagioni alla Spezia, il ritorno tra i pali per prendersi quel numero uno che è stato di Moreau contro il Lumezzane.
In tanto cospetto, Gian Luca Matteassi fa…uno. La rete di Cesena è la prima in assoluto da professionista per lui, in 97 gare tra A, B, C1, e C2. Per trovare una marcatura del tornate di Grosseto bisogna finire nel campionato primavera 1996-97, quando militava nel Piacenza. Tornando la campionato, per ora dominio toscano con Arezzo e Lucchese le uniche a punteggio pieno. Non fatevi tradire però; la C1 specie il girone A dimostra la assoluta inefficacia di valutazione generale per le prime giornate. Per fare un esempio, lo scorso anno erano in tre in testa a 6 dopo due gare (Treviso, Prato e Spal), il Pisa era più o meno dov’è adesso (0) lo Spezia aveva un punto, il Padova neppure quello. L’anno prima addirittura erano in 7 a pari punti (4). Se proprio va fatta una valutazione è sullo stato di equilibrio; lo 0-0 resta il risultato più gettonato, la media gol (1,5 a gara) è la più bassa registrata in questi ultimi 10 anni. 8 gare su 18 sono finite pari e solo 7 volte hanno vinto le squadre di casa. Stringara poi a Cesena fa ne più ne meno quello che sono riusciti a fare altri tecnici dello Spezia: mai una vittoria. Mercoledì è coppa Italia di C, matematica vuole che se vinciamo siamo tra le sei migliori seconde.
ARMANDO NAPOLETANO

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News