Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nelle mani e nella testa di Schizzo Alessandrini.

Piove ancora, è un caso?

Nelle mani e nella testa di Schizzo Alessandrini.

- NELLE MANI E NELLA TESTA DI MARCO ALESSANDRINI
(sperando in bene)
Del passato o meglio degli allenatori passati non è rimasto niente. Il falso piemontese ( è emiliano, ma non lo sentite!) Marco Alessandrini, stacca con quello che erano gli anni novanta e ottanta. Non ha la genialità un po’ pazza e smodata di Andrea Mandorlini, la pertica e le manone di Fabio Brini. Non ha vinto l’ultimo scudetto interista e non ha mai giocato per il Trap, che non ha mai fischiato per lui. Non ha mai esordito in A parando un rigore ad Altobelli papà come fece Brini. Non ha la giocata guascona ed emiliana verace e vivace di uno Stefano Cuoghi, troppo contestato, al di là dei veri meriti.
Non ha neppure quell’aria da professore di Walter Nicoletti e neanche la schiettezza livornese di Paolino Stringara, che è un peccato se ne sia andato.
Non ha vinto una coppa delle Fiere con la Roma, come fece Sergio Carpanesi ( è anche l’ultimo successo internazionale dei giallorossi, e nessuno se ne ricorda più); non ha la voglia di Galbiati (l’ex portierone, non Roberto, quello non ha lasciato la minima traccia), direi neanche quell’ alone di sigaro di Ferruccio Mazzola e neppure gli occhiali da sponsor di Beppe Savoldi.
E lasciamo stare Adriano Cadregari o gente come Specchia, signorilmente parlando.
Viene dal sano calcio di paese , dove diventa San Siro il Tullio Morganti di Forlì o dove giochi con una squadra che porta il nome antico di Virus, il Senigallia.
Un allenatore più classico che estroso, asciutto nel gesto ed anche nel modo di parlare, per ora, con la stampa, non uno sciatto ma brillante, tonico. Lo abbiamo incontrato prima del via di un allenamento e ci ha parlato di figli, di giornali sportivi, di tv, di ferrovieri e linee ferroviarie, della vita che va sulle rotaie e del pallone che rotola e lui lo segue.
Dopo che sulla panchina dello Spezia si è addensato un forte nuvolone che ha bagnato da capo a piedi Paolino Stringara, il sereno non è ancora tornato. Piove ancora e chissà se è un caso.
Ci si affida ad un tecnico arguto, dinamico, che saranno i risultati a fare grande. 50 anni sono un’età giusta per vincere o perdere, ma anche per sapere che dietro quella porta ci sono rose e fiori o un enorme precipizio.”Schizzo” Alessandrini è di quelli però reattivi; nel corso della conferenza stampa ha agitato un penna facendo clic clic per quasi un ora. Vuole un calcio concreto, senza concessioni all’ovvio, senza empirismi di maniera, senza falsa cultura.
Gli affidarono il Fano e lui dovette abdicare, veniva dai ragazzini, ma non si bruciò se l’anno dopo vinse a Pesaro. A Rimini se ne andò lui, a Macerata e Giulianova fecero i dirigenti. A Gubbio ha fatto un mezzo miracolo. Questa stagione, o meglio questi pochi mesi diranno se il suo lavoro è stato sopravvalutato. Sarà dritto o rovescio? Si gioca molto e forse lo sa, ma il rischio che lo Spezia corre è proprio quello che il passo senatoriale di Zanoli vuole evitare: portare alla stagione piatta, senza scampo, di quelle che come la giri giri non fanno uscire neanche una stilla di vino. Insomma questo o ciabatta o trionfa. Non partite però prevenuti. Spesso dalla provincia nasce il meglio del calcio, riportato alle cose più semplici.
ARMANDO NAPOLETANO

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News