Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 04 Dicembre - ore 22.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Quello che pensavamo tutti

a due passi dal baratro

 Quello che pensavamo tutti

- Parto dal fondo e da una piccola affermazione che non trova riscontro giornalistico. Le dichiarazioni di Federici:”Ma non siamo catastrofisti, non possiamo parlare di fallimento certo dello Spezia, c’è ancora qualche spiraglio per la salvezza della società, cosa alla quale tengo e teniamo molto anche noi. E proprio per questo non abbiamo sposato la causa Di Mascio”. No, non è così, caro sindaco, persona che stimo e con la quale ho perfino diviso il pianerottolo anni addietro. Non ci sono alternative all’orizzonte, almeno così forti; lo Spezia va verso il fallimento, il più pesante della sua storia, il più duro da digerire. Specie per come è nato. Ma su una realtà Federici trova ampi consensi di pensiero: i dubbi su Di Mascio, leciti o meno, li avevano in tanti. Alcuni giorni fa un nostro editorialista, Marco Ursano, scrisse alcune righe che abbiamo tenuto nel cassetto. Il suo dubbio era questo: perché per Tonellotto si muove il mondo e per Di Mascio no? Non vengono entrambi da brutte avventure in società calcistiche? Tutti sapevano e pensavamo che sarebbe spuntato all’orizzonte una soluzione diversa, ma così non è stato, perché come ha detto ieri una Cristina Cappelletti davvero nei panni di un presidente per forza e coraggio, la situazione è durissima.”Fallimentare” ha aggiunto il dottor Ruggiero. Chi scrive ha cercato poi di dialogare con la Signora, e diciamo che abbiamo modi diversi di legger un bilancio, per altro pubblico. Federici, a nostro avviso, ha solo sbagliato tattica: avrebbe comunque potuto ricevere il gruppo, parlare con loro ed andare al dialogo, magari poi dando scarsa disponibilità e non offrendo nessuna tipologia di aiuto. Secondo noi non sarebbe cambiato nulla. La forma, lo stile, ma neanche un millimetro di trattativa, statene certi. Uno è macchiato quando un Tribunale lo condanna. C’è da chiedersi però perché una società con quasi sette milioni di euro di debiti debba essere acquistata da un imprenditore. C’è da chiedersi se non siano arrivate richieste indirette e diverse. C’è da domandarsi se, ed è un’ipotesi, si poteva arrivare ad ipotizzare richieste di ingenti aiuti da parte dell’Amministrazione, che una qualunque amministrazione non può dare e garantire. Figurarsi la nostra. Dal tavolo della conferenza sono partite ipotesi di richieste che ci hanno lasciati perplessi: percentuale sugli incassi, la gestione dello stadio facilitata, alcune altre operazioni appena sussurrate che una qualunque Amministrazione civica blinderebbe, anche la più ricca. Sono uscito dalla Conferenza scuotendo la testa, così come è stata raccontata non la berrò mai. Federici, che forse ritengo più pratico di Pagano che pure ho apprezzato davvero, si è giocato una bella partita, ma è chiaro che un qualunque operatore oggi avrebbe chiesto alla città, che è in ginocchio, troppo, troppo per l’esposizione debitoria creata. Mi rammarico solo di non aver avuto più coraggio a luglio, quando, attaccato ed anche vilipeso, da queste pagine scrissi di mali che erano evidenti, forse insistendo poco. La situazione andava stanata prima. Comunque vada ora sarà una sconfitta. Ma mi piacerebbe salvarla in campo questa stagione, dare l’ultima scossa di adrenalina, lasciare un ricordo enorme. Gridare “Libertà” come Wallace, il cuore impavido, davanti al boia. Un calcio da sognatori? Si forse si, ma pieno di tanta passione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News