Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Ottobre - ore 11.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Calcio Toscano: Capezzano, Romagnano e Cerreto dovrebbero salire al campionato superiore

In Prima, Seconda e Terza Categoria i campionati erano finiti così: tornei cristallizzati. Ora cosa deciderà la LND regionale? Grande attesa anche per eventuali ripescaggi

Calcio Toscano: Capezzano, Romagnano e Cerreto dovrebbero salire al campionato superiore

Massa Carrara - Il Consiglio Federale ha dato (per il momento) disco verde alla ripartenza dei tornei professionistici serie A e B e serie C mentre per il calcio dilettantistico è finito il primo di marzo scorso. L’orientamento della Lega come trapela nelle ultime ore) è quello di promuovere le prime di ogni campionato, bloccando ogni retrocessione, vediamo nei nostri tre maggiori campionati chi potrebbe salire di categoria:

In Prima categoria dopo la 24 giornata in virtù dei risultati del primo marzo, la classifica vedeva al comando il Capezzano Pianore con 53 punti con la sofferta vittoria interna contro la mina vagante Candeglia Porta al Borgo. Ad inseguire la matricola e sorpresa del girone il Meridien di Larciano con 49 punti dopo lo scontro diretto casalingo a reti inviolate contro il temibile Marginone 2000. In terza fila ha mantenuto saldamente la posizione play off il Serricciolo di mister Paolo Bertacchini tornato da Ponte a Moriano con il classico risultato all’inglese su un campo di una pericolante in piena lotta per i play out. Nella parte alta della graduatoria dovevano giocarsi il passaggio in promozione attraverso i play off Meridien,Serricciolo, Marginone e Monsummano. L’altra cugina del girone Don Bosco Fossone in estate aveva optato per una linea verde con l’inserimento di diversi giovani saliti dalla juniores insieme al tecnico Alessandro Tavarini, i risultati sul campo non hanno dato esito positivi agli obiettivi prefissati dei fossonesi. Sul finire del girone di andata dopo le dimissioni del giovane tecnico alla prima esperienza della categoria gli subentra Marco D’Ambrosio mister già all’interno della società. Arrivano due vittorie e due pareggi uno in particolare sul campo difficile del Serricciolo, facevano ben sperare per una miracolosa risalita in prospettiva salvezza. Prima della sospensione erano arrivate quattro sconfitte consecutive dove il club giallo rosso rimaneva nei fondali della classifica a 11 punti dal Gorfigliano quartultimo, situazione molto precaria a sei turni dalla fine. Nella classifica al momento del fermo generale, retrocedeva l’Orentano con soli 5 punti con meno tre in virtù di diverse gare non disputate e non terminate mentre don Bosco Fossone e Ponte a Moriano (penalizzato anche loro -2) con la regola della forbice avrebbero fatto compagnia ai pisani scendendo nel campionato inferiore.

Seconda categoria, Romagnano
L’appassionante girone vedeva primeggiare il Romagnano di mister Paolo Alberti con quattro lunghezze sui lunigianesi dell’Atletico Podenzana, e cinque sulla coppia Atletico Forte dei Marmi-Monzone, per quanto riguardava il girone play off i versiliesi del Lido di Camaiore era la quarta squadra inserita nella griglia. Il campionato aveva anche una gara da recuperare, proprio il 1° marzo, ultima della stagione il derby tra il Monzone di Rossano Brizzi e il team del “panigaccio” di mister Yutri Angeli in casa del club della Valle del Lucido. In fondo alla classifica oltre al Barbarasco ritiratosi prima della conclusione del girone di andata, in lotta per non retrocedere erano coinvolte cinque squadre quali Sporting Bozzano, Filattierese, Attuoni Avenza, Monti e San Macario.

Terza, Cerreto

Infine nell’avvincente campionato di terza categoria dove il girone ben preparato dalla Lega territoriale ha messo in mostra tantissima organizzazione e tanta qualità specialmente sotto il profilo del tasso tecnico. Il girone ai nastri di partenza si presentava numericamente dispari quindici compagini dodici territoriali e tre della limitrofa provincia di Lucca. Molte sorprese, oltre alle due retocesse Cerreto e Mulazzo hanno scritto il loro nome le due new entry come i Rangers Soliera e l’Fc.Montignoso compreso il ritorno della Villafranchese(ex Filvilla) ripartita dalla categoria più bassa, stessa sorte anche per la Tirrenia 1973 scesa dalla prima in estate ha unito le forze con l’ex Marina di Massa. Questo torneo settimana dopo settimana suscitava molto successo stava regalando entusiasmo mai visto negli ultimi campionati, a contribuito non poco lo spezzatino della giornata a calendario plasmata in tre giorni, con anticipi al venerdi e postici al lunedi formula molto azzeccata e soprattutto gradita a diversi club. Il verdetto del campo prima dell’emergenza sanitaria vedeva la “corazzata” Cerreto guidare il girone davanti alla Mtg.Seravezzina con tre lunghezze in virtù del rotondo successo interno proprio contro i lucchesi. Ad inseguire tre attrezzate compagini come i versiliesi dell’Azzurra, i Mulazzo di Fabio Giovannacci che ha messo in bacheca il primo e ultimo trofeo della stagione, la Coppa Provinciale e il rientrante Vallizeri del neo tecnico Matteo Della Bartolomea in virtù dei tre acuti consecutivi(Academy M.M., Tirrenia e il quotato Spartak Apuane). Galleggiavano a meta classifica la Palleronese di mister Massimo Preti, il nuovo Montignoso di Enrico Mori, i bianco neri dell’Academy Massa Montignoso di Enzo Tarantola subentrato in corsa all’ex allenatore Riccardo Montaresi. Infine la nuova Villafranchese di Fabio Bellotti subentrato dopo una dozzina di giornate ad Andrea Albareni e l’ex finalista dei play off dello scorso anno il San Vitale Candia dove tutte non hanno raccolto sul campo i risultati sperati. Un campionato che la prossima stagione si preannuncia ancor più interessante sotto tutti i punti di vista, economici, organizzativi, senza dubbio con una elevata percentuale di tasso tecnico maggiore di quello iniziato ed interrotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News