Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Giugno - ore 12.32

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Galleno: "Stagione finita qualche giorno prima. I motivi? Ad oggi non mi sono chiari"

L'ex allenatore del Valdivara 5 Terre traccia il bilancio di un'annata tutta in salita. "Settimane difficili, ma emozionanti" "Ringrazio tutti i ragazzi. La società? Non sono ipocrita, meglio evitare i ringraziamenti a cui non credo o di facciata"

Galleno: "Stagione finita qualche giorno prima. I motivi? Ad oggi non mi sono chiari"

La Spezia - Non ha potuto terminare la sua stagione alla guida del Valdivara 5 Terre, di cui aveva preso il timone in prima persona lo scorso 6 Novembre quale terzo allenatore della stagione dopo molte vicissitudini, perchè proprio all'antivigilia dell'ultima partita del campionato di Eccellenza in casa della Sammargheritese la società ha deciso di affidare la guida della Prima Squadra al neo presidente Reno Renucci. A quel punto Francesco Galleno non ha svolto l'ultimo allenamento prima del match con gli "Orange" di mister Camisa, ma ha voluto comunque salutare tutti i suoi ragazzi e il suo staff (insieme a lui anche il preparatore atletico Luca Medici non ha preso parte all'ultima gara della stagione, ndr) con le seguenti parole.

"Questa stagione calcistica è finita, non proprio come speravo ma è comunque finita.
Mi perdonerete se mi permetto di scrivere queste righe, lo faccio non tanto per me, ma per tutelare il lavoro di uno staff e di un gruppo di cui ho avuto l’onore di essere il responsabile, dal 6 novembre al 1 maggio 2019. Per me e Luca Medici la stagione è infatti finita qualche giorno prima, per motivi che, incrociando telefonate, messaggi, colloqui e articoli di giornale, ad oggi non mi sono chiari fino in fondo, ma tant’è. Per Stefano Volpi era finita anche prima, purtroppo. Posso certamente dire di aver collaborato con due professionisti incredibili, preparati e di altissimo livello. E’ stato un onore dividere lo spogliatoio e questa esperienza con loro. Non mi hanno mai fatto sentire un debuttante, spero solo di essere stato minimamente alla loro altezza.
Il 6 novembre 2018 abbiamo preso le redini di un gruppo formato, fino al giorno prima, da giocatori molto forti, che venivano da un’annata esaltante ma che avevano sofferto un inizio di stagione difficile a causa di elementi estranei a questioni tattico-tecniche. Purtroppo in 3 mesi avevamo già cambiato 2 allenatori e perso 2 dirigenti. Dal 6 novembre al 9 dicembre abbiamo ulteriormente perso 1 portiere, 3 difensori, 6 centrocampisti e 4 attaccanti. Rispetto alla rosa iniziale, sono rimasti i fuoriquota 1999, 2000 e 2001 più due “anziani” classe 94 e 95. Dal mercato invernale sono arrivati 1 portiere dall’eccellenza toscana, 1 difensore dalla 2’ cat toscana, 1 centrocampista dalla 1’ cat (fino a febbraio), tre ragazzi senegalesi (da gennaio a febbraio), 1 attaccante classe 99 dalla promozione, 1 attaccante classe 98 dall’eccellenza calabrese.
Sono state settimane difficili, ma emozionanti allo stesso tempo. Sapevamo che sarebbe stato difficilissimo salvarsi e, dopo la chiusura del mercato di dicembre, abbiamo avuto la sentenza di cassazione, ma non abbiamo mollato lo stesso di una virgola. Nonostante questo difficile contesto, abbiamo cercato di fare quadrato, di inserire i nuovi e i ragazzi cresciuti in società(2000-2001-2002), evitando di diventare lo sparring partner dell’Eccellenza 2018-2019. Tutto sommato, nelle prestazioni più che nei risultati, credo di poter dire che ci siamo riusciti. Ed è tutto merito dei ragazzi. Certo ci sono state un paio di sconfitte pesanti, soprattutto in trasferta, ma cosa si poteva chiedere di più a questo gruppo? Nulla.
Il tempo del chiedere è finito ieri, oggi è il momento del dare, e per questo ringrazio uno per uno tutti i ragazzi che sono venuti al campo e si sono messi a disposizione dal 6 novembre al 30 aprile, ultimo allenamento fatto. Forse uno dei più belli, ironia della sorte. Ringrazio tutti quelli che ci hanno messo tempo e passione e rimesso denaro e serenità. Tutti quelli con cui ci siamo capiti al volo e anche quelli con cui c’è stato, purtroppo, da discutere. E’ stato esaltante vedervi lottare, spesso alla pari, contro i titani del calcio ligure. Nonostante tutto, il sorriso non lo abbiamo mai perso e questo lo metto orgogliosamente nel tabellino dei risultati conquistati. Purtroppo nel tabellino non siamo riusciti a inserire una vittoria ma il nostro sogno ci è spesso sfuggito solo per dettagli. Dettagli che, vista la giovane età e il potenziale che avete mostrato, avrete il tempo di curare e migliorare. Perché il futuro è vostro ragazzi. In bocca al lupo per tutto.Terrò per sempre nel cuore i messaggi e le telefonate ricevute in questi giorni da giocatori, genitori, colleghi e addetti ai lavori.

Della società non mi sono dimenticato ma, non avendo il dono dell’ipocrisia, a torto o a ragione, eviterò ringraziamenti in cui non credo o, peggio, di facciata. Le persone che ci sono state vicine sanno tutto e tanto mi basta. Ci sarebbero molte cose da dire oggi, ma non aggiungerebbero ne toglierebbero nulla al contesto e di certo non cambierebbero la storia.
Le vicende degli ultimi giorni evito semplicemente di commentarle, certo come sempre che il tempo sia galantuomo.
"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News