Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Giugno - ore 22.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Fresia: "Campionato atipico, ma bellissimo!"

Parola all'allenatore della capolista Rivarolese. "Difficilmente ricordo un torneo tanto equilibrato, è una battaglia ogni domenica" "Molto equilibrio anche in zona retrocessione, dispiace per la situazione del Valdivara" "Contrario ai fuori quota"

Fresia: "Campionato atipico, ma bellissimo!"

La Spezia - Domenica battendo di misura il Rapallo Ruentes, di cui tra l'altro è un ex, ha riconquistato il primato solitario nell'equilibratissimo campionato di Eccellenza della Liguria. La sua Rivarolese è stata indicata fin dall'inizio della stagione come una delle grandi favorite della stagione dopo aver chiuso lo scorso campionato al terzo posto in classifica. Quest'oggi è nostro ospite in sala stampa l'allenatore degli "Avvoltoi" Stefano Fresia ex tra le altre di Vado, con cui vinse il campionato di Eccellenza, e Pontedecimo.

Buongiorno mister. Domenica superando il Rapallo avete conquistato il primato solitario. Quanto vale questo primo posto a questo punto della stagione?

"Il primo posto vale molto per le modalità con cui l'abbiamo conquistato ossia superando una fase molto difficile dove in due partite abbiamo incassato ben nove gol. Ci siamo ricompattati fra di noi con un patto all'interno del nostro spogliatoio che ci ha portato a questo. Dal punto di vista della squadra quindi posso dire che vale tantissimo, se invece lo guardo dal punto di vista della classifica ha un valore minore. Il vantaggio è ancora ridotto e le altre squadre sono agguerrite come lo siamo noi. Sarà lotta fino alla fine."

Se dovesse fare un pronostico sul rush finale del campionato come lo commenterebbe?

"Io sempre valutato che le squadre in lotta siano sette anche se dopo il pareggio di domenica scorsa nello scontro diretto Finale e Pietra Ligure sono un po' attardate in classifica. Il Finale che abbiamo incontrato due settimane fa riconosco che sia veramente una grande squadra, mentre del Pietra Ligure posso dire che ho incassato sei gol e quindi non posso che confermare la forza della squadra del collega Pisano. Le altre cinque formazioni sono tutte in lotta e distanziate tra loro di pochi punti quindi penso che sarà un campionato equilibrato fino all'ultima giornata. Alla fine questo lo campionato lo vincerà che sbaglierà meno."

Da inizio stagione in molti addetti ai lavori hanno indicato un campionato molto equilibrato dove è difficile pronosticare un vincitore. Lei cosa ne pensa?

"Questa stagione di Eccellenza è atipica. Mi spiego: io l'Eccellenza l'ho vinta a Vado ed il campionato ce lo siamo giocati in due fino alla fine. La scorsa stagione la Fezzanese di mister Sabatini ha vinto con largo anticipo forte di un vantaggio molto ampio sulle inseguitrici e anche nelle precedenti stagioni squadre come Finale e Ligorna avevano fatto il vuoto. In questa stagione ci sono dalle cinque alle sette squadre in lotta per la prima posizione. Tutte le componenti dicono che è un campionato livellato verso l'alto: atipico e bello. Chiunque può vincere contro chiunque. Noi ad esempio la scorsa domenica abbiamo vinto una partita difficilissima con un Rapallo Ruentes che ha giocato veramente benissimo. Questo campionato è bello per questo. Ovviamente chi lo vive da protagonista sa che è un campionato molto duro dove non puoi sbagliare niente e ogni domenica può esserci un trabocchetto in cui puoi cadere."

Molto equilibrio in testa, ma anche molto equilibrio in coda. Come vede la lotta per la salvezza?

"Partirei con il dire che mi dispiace molto per la situazione che sta vivendo il Valdivara 5 Terre perchè inizialmente aveva a disposizione una grandissima squadra. Ora si ritrova ultimo con una formazione molto giovane e pur lottando ogni domenica con le unghie e con i denti le distanze iniziano ad essere importanti. Le altre squadre più o meno sono tutte attrezzate per giocarsi la salvezza fino alla fine. Io nelle ultime giornate ho incontrato Albenga, Molassana Boero, Sammargheritese e Rapallo e tutte mi hanno fatto una buona impressione. Rispetto alla scorsa stagione dove vi furono tre retrocessioni dirette non vedo tre squadre che possano rimanere staccate. Ognuna ha possibilità di salvarsi o rimanere invischiata nella lotta Play - Out. Come per vincere il campionato ci sarà da sudare fino alla fine anche per ottenere la salvezza."

Capitolo Fuori Quota: lei si ritiene favorevole o contrario a questo regolamento e perchè?

"Sono completamente contrario perchè sono dell'idea che se un giovane è bravo gioca sempre. Il problema è che la regola crea dei "piccoli mostri". Questo regolamento dà l'illusione a dei ragazzini di poter giocare sempre in categorie come Eccellenza o Serie D, ma alla fine dei tre anni quando ci si rende conto che loro non possono giocare in quelle categorie la maggior parte smette avendo avuto l'illusione di poter ambire a categorie elevate. Un'altro problema e che da allenatore la formazione per la domenica devi prepararla prima pensando ai giovani e poi al resto della squadra. Tanti anni fa vi era l'obbligo di un solo "under". Vi faccio l'esempio di quando ero a Pontedecimo: i fuori quota erano i classe '86, ma io in quell'anno feci sempre giocare un classe '89 tale Aledda Ivan. Era fortissimo nonostante fosse sotto quota di tre anni e contribuì in maniera determinate all'impresa della salvezza. Ripeto: chi merita gioca anche senza regola dei fuori quota perchè semplicemente più forte."

Siamo in chiusura, vuole aggiungere altro prima di salutarci?

"Voglio ringraziare tantissimo il mio staff composto dal mio secondo Mauro Vacca e dal preparatore dei portieri Francesco Barillaro. Molte volte appare solo il mister e quindi chi è dietro le quinte ha molto meno spazio, ci tenevo a citarli e ringraziarli in quanto sono fondamentali per me e per la stagione della Rivarolese."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News