Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Giugno - ore 22.35

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Paolini: "Il nostro segreto? Ho un gruppo di ragazzi incredibile"

Il mister della rivelazione Magra Azzurri. "Domenica gettato il cuore oltre l'ostacolo. Obiettivi concordati valorizzazione dei giovani e salvezza. Qualche punto e potremmo toglierci soddisfazioni" "Un orgoglio allenare la squadra del mio paese"

Paolini: "Il nostro segreto? Ho un gruppo di ragazzi incredibile"

La Spezia - Dopo una lunga militanza sulla panchina del Foce Magra Ameglia in I Categoria quest'estate ha coronato il suo sogno di allenare la squadra del suo paese ossia il Magra Azzurri. I "blues" di Santo Stefano Magra stanno stupendo in positivo in questo torneo di Promozione sotto la guida di mister Stefano Paolini, ex portiere oggi condottiero di una squadra che non si arrende mai davanti alle avversità. Partito con l'obbiettivo salvezza in molti storcevano il naso quest'estate scorrendo la rosa del sodalizio di Santo Stefano, ora a pochi punti dall'obbiettivo può levarsi delle soddisfazioni magari centrando i Play - Off e continuando nella valorizzazione dei giovani della società avendone già lanciati molti in queste prime venti giornate.

Benvenuto sulle nostre pagine virtuali mister. Una stagione più che positiva per voi, qual’è il segreto del suo Magra Azzurri?

"Non credo ci sia un vero e proprio segreto, alla base di tutto c’è sicuramente un gruppo di ragazzi straordinari che dal 6 di agosto stanno lavorando sodo. Sono ragazzi che stanno dimostrando un attaccamento alla maglia incredibile, dal più vecchio al più giovane e di questi ultimi ce ne sono davvero tanti, da chi ha avuto più minutaggio a chi ne ha avuto meno, tutti stanno facendo la loro parte in maniera encomiabile, con grande impegno e grande applicazione sia in allenamento che in partita. Dobbiamo continuare su questa strada!"

Contro la Goliardicapolis una vittoria voluta e ottenuto nonostante tutte le assenze che avevate...

"Domenica scorsa abbiamo davvero buttato il cuore oltre l’ostacolo. Eravamo oggettivamente in emergenza per qualche assenza di troppo per le squalifiche di Mezzani, Valentini, Antonelli e Goldoni oltre ad Atzeni e Buffoni infortunati di lungo corso, c'era anche chi non era al meglio ma ha stretto i denti. I ragazzi sono stati bravissimi a non piangersi addosso dopo la sconfitta della domenica precedente, soprattutto a non prendere le assenze come un alibi e non partire battuti già in partenza; chi è sceso in campo non ha fatto assolutamente rimpiangere chi mancava, sfoderando sotto tutti i punti di vista una prestazione maiuscola per 95’ minuti su un campo davvero pesante, e con un avversario molto forte che ha provato fino all’ultimo a pareggiare il match."

Sta facendo anche un ottimo lavoro sulla valorizzazione di giocatori molto giovani provenienti dal vostro Settore Giovanile.

"Il programma che avevamo concordato con la società era questo fin dall’inizio, lavorare coi giovani che avevamo in casa, e stiamo andando avanti con questa linea. Per noi, come più volte detto, questo è una sorta di anno zero da cui ripartire. L’ossatura della squadra è composta infatti da un asse centrale di giocatori più esperti, anche se ancora molto giovani, che sono completati a loro volta da ragazzi del 99 e 2000. Sinceramente siamo molto contenti per come stanno andando le cose, a fine stagione tireremo le somme."

Siete partiti per salvarvi e ora vi trovate a due punti dai Play - Off. Realisticamente dove potete arrivare?

"L’obiettivo è e rimane quello di inizio stagione, cioè la salvezza. Manca ancora qualche punto che dovremo cercare di fare in fretta, a cominciare dalla prossima domenica a Casarza, un altro crocevia molto importante della stagione. Raggiunta la salvezza, come già detto, l’obiettivo è sicuramente quello di continuare la valorizzazione dei nostri giovani, continuando su questa strada inserendo gradualmente i 2001 e 2002 che sono già in rosa, così per averli più “rodati” per la prossima stagione."

E se l’arbitro contro l’Athletic...come ha vissuto quella partita?

"Nonostante la sconfitta, anche in quel match i miei giocatori hanno fatto una prestazione bellissima, addirittura ci siamo trovati avanti di due gol a fine primo tempo, ma non è bastato. Non è sinceramente nella mia indole andare a recriminare sugli arbitraggi….anche se, a dir la verità, in quella partita diciamo che si sono verificati un insieme di episodi e circostanze a sfavore davvero dubbi, a cominciare dal doppio giallo a Mezzani, all’espulsione esagerata di Goldoni fino all’episodio dell’evidente fallo di mano,probabilmente addirittura oltre la linea di porta, di un difensore genovese, su cui l’arbitro ha sorvolato. Devo dire però che nonostante tutte le avversità, i ragazzi ci hanno sempre creduto e seppur in doppia inferiorità, hanno dato tutto uscendo a testa altissima, sfiorando addirittura il pareggio."

Che squadre o giocatori l'hanno colpita di più in questo torneo di Promozione?

"Sicuramente il Rivasamba, una corazzata con un grande allenatore a cui non manca nulla per vincere. Il giocatore che più mi ha impressionato, se mi permetti, è il nostro Nicola Romiti, un giovane trascinatore, una vera macchina da guerra nonostante appunto la sua giovane età!"

Guardando alle nostre squadre, qual'è quella che l'ha impressionata più favorevolmente?

"Non è facile per le nostre spezzine fare un campionato impegnativo come quello di Promozione, per questo motivo dico Cadimare per il grande mercato che ha fatto a dicembre. Sono convinto che potranno giocarsi i Play - Off fino in fondo e faccio il tifo per loro."

Ha qualche sassolino da togliersi dalla scarpa?

"Guarda, onestamente non ho nessun sassolino particolare da togliere dalle mie scarpe, forse l’unico è nei confronti di chi ad agosto ci dava già per retrocessi prima di cominciare, ripeto, siamo molto contenti di come stanno andando le cose e il merito è esclusivamente di questo gruppo di ragazzi meraviglioso e della società."

Ormai la classica domanda sulla regola dei Fuori Quota. Favorevole o contrario?

"Secondo me la risposta a questa domanda potrebbe essere un’arma a doppio taglio, nel senso che se è vero che un ragazzo fuoriquota valido giocherebbe lo stesso, secondo me è altrettanto vero che l’essere impiegato con maggior frequenza dà molte più possibilità di migliorare e maturare nel tempo. Mi piace sottolineare che nel finale di partita di domenica scorsa, abbiamo finito con la bellezza di sette ragazzi fuoriquota in campo, non credo sia una cosa da poco."

Siamo ai saluti, vuole aggiungere altro?

"Vorrei ringraziare la persona che fa parte del mio staff tecnico e che collabora con me da qualche anno curando la preparazione dei nostri portieri, Luca Antonelli. Un ringraziamento particolare anche al nostro massaggiatore Giovanni Ferrari, nonché alla Società del Magra Azzurri per avermi dato l’opportunità di poter allenare la squadra del mio paese, cosa che mi rende molto orgoglioso. Vorrei inoltre ringraziare voi per lo spazio che mi avete concesso con questa intervista e fare i complimenti a tutti voi di Calcio Spezzino per il grandissimo lavoro che fate per dare risalto al calcio della nostra provincia."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News