Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 16 Settembre - ore 16.06

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Bettanin: "Esultare insieme ai compagni mi è mancato tanto!"

Parla il bomber del Beverino che al rientro dopo un lungo stop ha realizzato subito una tripletta. "Possiamo ancora raggiungere gli obiettivi prefissati dalla società" "A Beverino ritrovo un gruppo di amici, faccio l'in bocca al lupo al Pegazzano"

Bettanin: "Esultare insieme ai compagni mi è mancato tanto!"

La Spezia - Il bomber è tornato! A certificarlo la tripletta realizzata domenica scorsa alla prima da titolare con la sua "nuova - vecchia" maglia, quella dell'Intercomunale Beverino. Lui è ovviamente il centravanti classe '91 Mattia Bettanin che, scioltosi il Monterosso quest'estate, aveva iniziato l'anno del rientro dal lungo infortunio al Pegazzano, ma per motivi lavorativi aveva poi scelto di tornare in bianco azzurro. La tripletta realizzata alla Castelnovese, oltre a portare tre punti importanti alla squadra di Bettinotti, fa salire il centravanti a 93 reti realizzate nei dilettanti quindi nel mirino ecco il traguardo possibile della tripla cifra entro la fine della stagione attuale. Oggi lo abbiamo ospitato per un'intervista nella nostra virtuale sala stampa.

Benvenuto Mattia, allora la tripletta alla prima da titolare con la maglia del Beverino certifica il tuo ritorno dopo un lungo calvario per un infortunio. Quanto le mancava il gol?

"Buongiorno Guido, penso che vedere i compagni che corrono per esultare insieme sia la cosa più bella del calcio indipendentemente dalla categoria, quindi sì il gol mi è mancato veramente tanto!"

Che partita è stata per voi quella contro la Castelnovese?

"E' stata la partita del riscatto. Penso che dopo la sconfitta con la Santerenzina la voglia di riscattarsi era tanta e tutti hanno dato il massimo per portare a casa la vittoria contro la seconda della classe."

Ha iniziato la stagione con il Pegazzano. Qualcosa non era andato con il club spezzino?

"Assolutamente niente, ho dovuto lasciare la squadra a malincuore per motivi di lavoro. Colgo l'occasione per ringraziare i ragazzi e soprattutto il presidente Romeo per l opportunità che mi ha dato. Faccio loro il più grande in bocca al lupo per la corsa al campionato."

Il suo ritorno ad anni di distanza al Beverino come è nato e che ambiente ha ritrovato in bianco azzurro?

"Innanzi tutto sono tornato in un grande gruppo di amici che ha ritrovato in Bettinotti il mister ideale, l'allenatore che ci aiuterà a coronare il nostro sogno di riportare il Beverino in I Categoria."

A proposito di salto in I Categoria, possiamo definire la sua squadra "grande con le grandi" e "piccola con le piccole". È la mancanza di continuità il problema della formazione di Bettinotti? Dove potete ancora arrivare in questo torneo?

"Come detto prima penso che si possano ancora raggiungere gli obbiettivi prefissati dalla società ad inizio stagione, di certo finora c’è mancata la consapevolezza di essere una delle squadre più forti del campionato...e questo non è stato sicuramente d'aiuto."

Ad anni di distanza dall'ultima volta che campionato è ora quello di II Categoria?

"Nonostante il campionato abbia un minor numero di partecipanti, penso che sia abbastanza livellato...sono sicuro che la volata alla vittoria finale e al successo nei Play - Off sarà entusiasmante."

Appunto, appena dodici squadre partecipanti. Che idea si è fatto dei problemi attuali del calcio dilettantistico spezzino?

"Senz'altro negli ultimi anni c’è stata una regressione che tutti abbiamo notato, mi auspico e spero che un domani si possa recuperare questa situazione."

Dopo tanti anni di militanza come ha vissuto la chiusura del Monterosso quest'estate?

"Sinceramente ne sono dispiaciuto ancora adesso. Ho sperato fino all'ultimo nella salvezza dei ragazzi, ma purtroppo è stato un vero e proprio tracollo. Resta il fatto che porterò sempre con me la bella esperienza che è stata il Monterosso e il grande gruppo che eravamo in quegli anni."

Siamo in chiusura d'intervista. Vuole aggiungere altro prima di salutarci?

"Ringrazio te Guido e la redazione di Calcio Spezzino per la possibilità di tornare a parlare un po' del nostro amato calcio dilettantistico. Complimenti per il lavoro che svolgete ogni settimana, un grosso abbraccio virtuale a voi e a tutti i lettori."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News