Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Novembre - ore 16.34

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Portuali e impiegati in piazza. I lavoratori del porto incrociano le braccia | Foto | Video

I sindacati Uiltrasporti, Filt Cgil e Fit Cisl: "Primo tentativo di destrutturare il sistema contrattuale".

in 1.300 con il fiato sospeso
Portuali e impiegati in piazza. I lavoratori del porto incrociano le braccia

La Spezia - "Contratto! Contratto!". Alla Spezia sono almeno 1.300 i lavoratori con il fiato sospeso. Terminal bloccati per la manifestazione dei lavoratori del porto per il mancato rinnovo del contratto nazionale, scaduto il 31 dicembre.
Questa mattina almeno 250 lavoratori si sono trovati davanti al terminal Contship di Viale San Bartolomeo per unirsi in un corteo per raggiungere poi la prefettura affinché da Via Veneto ci sia un ulteriore step per sensibilizzare il governo sulla questione.
Per i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti l'obiettivo è quello di garantire ai lavoratori un fondo di solidarietà per la formazione e la riqualificazione e che anticipi il pensionamento dei lavoratori non più idonei, garantire potere di acquisto ai salari e la tutela occupazionale laddove si introducono processi di automazione e salvaguardare l'applicazione del Contratto nazionale dei lavoratori dei porti.
"Abbiamo registrato una larga adesione - ha dichiarato Marco Furletti di Uiltrasporti - e siamo soddisfatti che abbiano colto l'appello anche i lavoratori dell'Autorità del sistema portuale. Riguarda anche loro non sugli aspetti dell'autoproduzione e dell'automazione ma sull'aspetto salariale. E' forte la spinta ministeriale per destinare questi lavoratori nell'ambito della pubblica amministrazione. Perderebbero una serie di tutele e potrebbe essere un primo tentativo di destrutturazione del sistema contrattuale. Parliamo di 15mila lavoratori a livello nazionale. Sono una parte significativa anche per il ruolo che sono chiamati a svolgere".
"Il fatto che anche i lavoratori delle autorità portuali abbiamo applicato il contratto nazionale - ha dichiarato Fabio Quaretti di Filt Cgil - è un segno che questo mondo unito e che bisogna proseguire su questa strada. Questo modello per vent'anni ha garantito la pace sociale e che porti e autorità portuali si sviluppassero nella qualità e non nel dumping contrattuale. L'assenza di questo contratto mette in discussione la prerogativa dei porti stessi. Io oggi indosso la maglietta dell'European transport federation che è la federazione europea dei trasporti che sostiene questo sciopero. Da tempo stiamo portando avanti le battaglie che riguardano l'automazione e l'autoproduzione a livello europeo in tutti i porti d'Europa perché crediamo molto anche in questo. Cerchiamo di unificare le forze anche a livello europeo, sarà un percorso difficile ma non ci spaventa. Abbiamo le idee chiare, non temiamo i processi di innovazione ma vogliamo poterli governare senza che vengano costruiti sulle spalle dei lavoratori".
"Siamo soddisfatti - ha concluso Marco Moretti di Fit Cisl - dell'adesione a questo sciopero. E' grande il contributo dei portuali e dei lavoratori dell'autorità di sistema. Rimarchiamo l'importanza del rinnovo del contratto nazionale che da maggiore sicurezza ai lavoratori. Lanciamo un appello anche all'autorità di sistema. La prefettura è un organo dello Stato. Il governo deve ascoltarci, con questo contratto diamo un futuro ai giovani e sostegno anche a chi sta per uscire dal mondo del lavoro".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Video

23/05/2019 - Sciopero dei lavoratori del porto spezzino per il rinnovo del contratto nazionale


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News